Scaldi il riso nel forno a microonde? Per i medici il rischio di intossicazione è altissimo - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Scaldi il riso nel forno a microonde?…
Il bambino che combatte per la vita facendo triathlon: la storia più tenera (e triste) che leggerete oggi Discutere senza litigare è possibile: ecco le domande per capire dove state sbagliando

Scaldi il riso nel forno a microonde? Per i medici il rischio di intossicazione è altissimo

19.911
Advertisement

Non c'è niente di più bello che tornare a casa la sera e sapere di non dover cucinare la cena, perché ci sono gli avanzi del pranzo o del giorno precedente. Anche chi ama mettersi ai fornelli apprezza la possibilità di avere un pasto pronto in pochi minuti, grazie al forno a microonde. Tra i carboidrati, sicuramente è il riso che si mantiene meglio nel tempo rispetto alla pasta: spesso ne si cucinano dosi abbondanti ed è facile che ci siano delle rimanenze che vengono mangiate successivamente. Se avete anche voi l'abitudine di mangiare riso già cotto, e riscaldarlo al microonde, dovete essere al corrente di questo fatto per evitare pericolose intossicazioni alimentari. 

via: nhs.uk

Molte persone amano il riso, alcune lo apprezzano ancor di più il giorno dopo. Ma mangiare riso non riscaldato bene può causare seri problemi.

Ad informarci è il più importante sito britannico di salute, NCSchoises: proprio su una loro pagina si legge ciò che può derivare da una banale abitudine che molti hanno. In particolare specificano che il problema non è come si riscalda il riso, ma come viene conservato prima di metterlo in padella o nel forno a microonde.  

Perché il riso riscaldato può portarci ad una intossicazione alimentare?

Bisogna sapere che il riso viene facilmente contaminato dal Bacillus Cereus, un batterio che provoca intossicazione nell'uomo. Il bacillo contamina gli alimenti quando questi vengono lasciati raffreddare lentamente dopo la cottura, spesso a temperatura ambiente. 

Quando il riso viene lasciato ad una temperatura non sufficientemente bassa, le spore del bacillo si moltiplicano e producono tossine: sono quest'ultime a provocare vomito e diarrea. Bisogna ricordare che più a lungo l'alimento è lasciato fuori dal frigorifero più sarà contaminato in modo consistente. 

I sintomi che seguono l'avvelenamento da Bacillus Cereus sono simili a quello causato da Staffilococco: nausea e vomito possono essere accusati da una fino a 5 ore dall'assunzione del riso. I sintomi possono durare fino a 24 ore.

Advertisement

Ecco quali sono i consigli per mangiare riso in modo sicuro:

immagine: pixabay.com

Sempre sul sito NHSchoises possiamo leggere alcune dritte per essere sicuri di mangiare riso non contaminato da batteri. 

  • Cercare sempre di mangiare riso subito dopo la cottura
  • Se non puoi mangiarlo subito, raffreddalo velocemente (entro un'ora)
  • Conservalo in frigorifero una volta raffreddato, per un giorno al massimo
  • Se riscaldi il riso al forno a microonde assicurati che sia ben caldo, e che lo sia totalmente anche il piatto
  • Non riscaldare il riso più di una volta

La seconda cottura può infatti eliminare i batteri comparsi in precedenza, ma deve essere omogenea e raggiungere alte temperature. Ecco perché è fortemente sconsigliato riscaldare solo leggermente il riso e lasciarlo tiepido, anche se molte persone lo preferiscono così. Purtroppo i forni a microonde, anche quelli più moderni, spesso non scaldano gli alimenti in maniera uniforme, per questo bisogna prestare molta attenzione. Un consiglio è quello di mescolare il riso più volte durante la seconda cottura. 

Spesso ci dimentichiamo di quanto il cibo possa far male se non conservato o cotto adeguatamente: ricordate che, sebbene la maggior parte delle intossicazioni passano nell'arco di un paio di giorni, alcune provocano danni permanenti all'organismo. 

Anche quando siamo al ristorante, ordiniamo risotti solo quando abbiamo la certezza sulla qualità delle materie prime e sulle modalità di cottura: in molte cucine è abitudine preparare in precedenza abbondanti quantità di riso e poi condirle al momento dell'ordinazione. 

Mangiare è un piacere e dobbiamo fare di tutto affinché rimanga tale! 

Tags: CiboUtiliSalute
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie