x
Percorre in retromarcia 16 km in meno…
Sostiene di viaggiare nel tempo e di provenire dal 2671: Chiede l'aumento ma il capo glielo nega:

Percorre in retromarcia 16 km in meno di 30 minuti sulla tangenziale: nessuno ci era mai riuscito prima

10 Ottobre 2022 • di Matteo Cicarelli
1.948
Advertisement

L'impegno costante porta a superare i propri limiti. Nella vita di ognuno esiste un ostacolo che sembra insormontabile, ma la dedizione, alla fine, permette di aggirarlo e di raggiungere la meta. Spesso, questi impedimenti vengono visti in modo negativo e non per quello che sono, ovvero un motivo di crescita o uno strumento per forgiare e rafforzare il proprio carattere.

Chandramouli ha sempre desiderato stabilire questo record e si è molto impegnato per superare i propri limiti. Soprattutto con questa impresa ha voluto mandare un messaggio. Scopriamo meglio le sue gesta.


Quest'uomo indiano, precisamente del Tamil Nadu, di 35 anni ha stabilito il nuovo record mondiale per la più lunga distanza percorsa in retromarcia in 30 minuti. In questo tempo ha coperto 16 chilometri e 140 metri. Il tutto si è svolto presso la tangenziale di Edappadi. Il primato precedente è stato stabilito da Tesson Thomas di Pathanamthitta, nel Kerala, che nello stesso minutaggio è riuscito a percorrere solo 14,2 km.

Chandramouli è sempre stato attratto dalle automobili. Fin da quando ha iniziato a guidare si è preparato a questo giorno. Quest'impresa non aveva solo lo scopo di stabilire un nuovo record mondiale, ma anche quello di mandare un messaggio: voleva mostrare ai giovani l'importanza della sicurezza quando si guida.

Nel momento in cui ci si trova al volante si deve porre attenzione a ogni minimo dettaglio, a tutto ciò che accade intorno. Il diretto interessato, infatti, ha sottolineato come in questa occasione siano state prese tutte le precauzioni del caso per evitare che potessero emergere delle problematiche. Soprattutto, prima di superare il record si è dovuto esercitare e ha compiuto numerosi tentativi.

Nonostante Chandramouli si fosse esercitato molto, tenere la testa voltata all'indietro per 30 minuti non è semplice, sopratutto potrebbero sorgere dei fastidi al collo. Infatti, concluso il tutto sono stati fatti immediatamente dei controlli. La sua impresa è stata quella di coprire il maggior numero di chilometri a  marcia indietro entro mezz'ora, ma il primato della distanza più lunga percorsa è di Brian Keene e James Wright che, nel 1984, guidarono per 37 giorni e 14.534 km in retromarcia.

Un'impresa davvero complessa, riuscita solo grazie ai numerosi accorgimenti presi. Chissà se il messaggio che ha voluto mandare verrà recepito...

Tags: AutoIncredibiliStorie
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie