I ricercatori sviluppano un metodo innovativo per produrre polpette di carne in laboratorio

Cristina Conversano

24 Luglio 2022

I ricercatori sviluppano un metodo innovativo per produrre polpette di carne in laboratorio
Advertisement

La crisi climatica, l'allevamento intensivo e la mancanza di acqua hanno portato scienziati e ricercatori a trovare soluzioni quanto più ecologiche per poter vivere in maniera più sostenibile. Sarà capitato a tutti, almeno una volta, di aver letto di carne sintetica, latte vegetale e altre alternative curiose. 

Di recente due istituzioni di ricerca in Cina hanno presentato le nuove polpette di maiale coltivate in laboratorio. La nuova tipologia di carne conterrebbe più proteine e meno grassi rispetto a quelle tradizionali. La carne coltivata in laboratorio sarebbe una valida alternativa all'approvvigionamento di carni animali in maniera maggiormente sostenibile. Vediamo di cosa si tratta.

via South China Morning Post

Advertisement

Pixabay - Not the actual photo

Il ventunesimo secolo è un secolo indubbiamente più aperto ad alternative ecologiche in termini di alimentazione. Dalla collaborazione di ricerca tra due istituzioni in Cina ha dato alla luce polpette di maiale coltivate in laboratorio che hanno più proteine e meno grassi rispetto a quelle prodotte con carne tradizionale. 

La nuova "fabbrica di cellule" renderebbe possibile l'industrializzazione della carne coltivata. La tecnologia della carne coltivata, che alleva carne genuina, è vista come un'alternativa promettente per produrre proteine sane e sostenibili. 

Sfortunatamente, la tecnologia richiede un gran numero di cellule e coltivare cellule su larga scala rimane attualmente un problema. 

I ricercatori dell'Università di Tsinghua e dell'Università di agricoltura di Nanchino affermano di aver sviluppato un micro-vettore di gelatina porosa commestibile 3D.

Pixabay - Not the actual photo

Rispetto allo studio precedente, che aveva un tasso di espansione di 10 volte entro 7 giorni, i ricercatori hanno scoperto che i loro micro-vettori fornivano un'espansione di 20 volte nello stesso periodo di tempo.

I ricercatori hanno anche confrontato il contenuto di nutrienti della loro carne coltivata con quelli delle polpette cinesi, che si trovano comunemente sul mercato. La loro analisi ha mostrato che le polpette coltivate contenevano il 70% di proteine, il 4% di grassi, il 6% di carboidrati e minerali essenziali come zinco, calcio e ferro.

Le polpette acquistate in negozio contengono un quinto delle proteine ​​e tre volte i grassi, anche se contengono meno calorie.

Advertisement