x
L'uomo hobbit esiste ed è ancora vivo:…
Vuole dare al figlio il nome del gatto che aveva con la sua ex, ma l'attuale compagna non ci sta

L'uomo hobbit esiste ed è ancora vivo: l'ipotesi degli antropologi

27 Giugno 2022 • di Cristina Conversano
4.192
Advertisement

Il processo evolutivo umano, nel corso dei secoli e in seguito alle numerose scoperte, è stato più volte ripensato e riformulato. 

A partire dai primati, ordine di mammiferi all'interno del quale sono presenti le scimmie antropomorfe, passando per l'australopiteco, l'Homo habilis, l'Homo erectus sino all'Homo sapiens, la cui evoluzione si ipotizza sia ferma da 30000 anni. 

Nel 2004, però, è apparsa una novità: l'antropologo Mike Morwood scoprì ossa di una sconosciuta specie ominide risalente al tardo Pleistocene, circa 11000 anni fa, sull'isola indonesiana di Flores. Da qui la denominazione Homo floresiensis, o Homo Hobbit

Ad oggi, circolano delle voci che sostengono che l'Homo Hobbit non si sia mai estinto e viva ancora nelle foreste dell'isola Flores. È davvero così?


Nel 2004, un gruppo di archeologi ha cambiato la storia dell'evoluzione umana. Il team ha, infatti, ritrovato una serie di fossili di una minuscola specie di ominidi presente nell'isola indonesiana di Flores.

Noto come Homo floresiensis, la nuova specie risale al tardo Pleistocene ed è, apparentemente, contemporanea agli esseri umani presenti, nello stesso periodo, nel sud-est asiatico.

È conosciuto anche come Homo Hobbit, a causa delle sue dimensioni ridotte, e viene descritto come un essere in tutto e per tutto simile a un essere umano, ma che presenta dei tratti più animaleschi, quasi da scimmia.  

L'etnobiologo Gregory Forth ha però, di recente, ipotizzato che la specie non si sia mai estinta e dunque vive ancora nelle foreste dell'Indonesia.

Al momento della scoperta si era ipotizzato che la specie fosse sopravvissuta fino a tempi relativamente recenti, circa 12000 anni fa, per poi estinguersi del tutto. Ma nella primavera del 2022, Gregory Forth, un professore di antropologia e etnobiologia dell'Università dell'Alberta, in Canada, ha affermato che, negli ultimi anni, sia stata ignorata l'evidenza che dimostrerebbe la presenza dell'Homo floresiensis nelle foreste di Flores. 

Forth sostiene che paleontologi e altri scienziati non hanno accuratamente studiato le popolazioni indigene del luogo e hanno dato poco poso ai resoconti di un "uomo scimmia" che vivrebbe nel medesimo luogo. L'antropologo, in merito, rivela che vi sono stati ben 30 avvistamenti di persone che sostengono che il popolo hobbit occupi le suddette zone.  

Nonostante non si sia ancora perfettamente a conoscenza della natura di questa nuova specie, se si tratti di un discendente diretto dell'uomo o una specie affine, potrebbero ancora essere vivi e la loro presenza non è mai stata completamente scartata dagli scienziati. 

Forse si tratta di una leggenda, ma fino a prova contraria l'uomo hobbit potrebbe vivere vicino a noi. 

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie