x
I gatti che vivono insieme si ricordano…
Scoperto un cristallo di 830 milioni di anni che conterrebbe forme di vita preistoriche sconosciute Viene licenziato dal nuovo capo, ma porta con sé dei brevetti fondamentali per l'azienda e la fa fallire

I gatti che vivono insieme si ricordano i nomi gli uni degli altri: lo afferma la scienza

07 Giugno 2022 • di Cristina Conversano
1.274
Advertisement

Il linguaggio umano è al centro degli studi da anni. Cercare di comprendere cosa comunichiamo e come comunichiamo è uno degli obiettivi principali delle scienze linguistiche e semiotiche. 

A volte, però, il modo di esprimersi degli animali può svelare tanto anche di noi. 

Soprattutto parlando di cani e gatti che vivono parte della loro vita insieme agli esseri umani, capita che prendano parti del nostro modo di comunicare e li facciano propri.

In merito, negli ultimi anni, gli scienziati hanno dimostrato che i gatti instaurano un legame profondo con i loro amici umani e sono capaci di comunicare con noi e tra di loro. È stata dimostrata un'abilità sorprendente: i gatti sanno riconoscere il proprio nome

Ecco di cosa ti stiamo parlando. 


Gli scienziati hanno scoperto che i gatti, differentemente da come si pensava, sono in grado di riconoscere il proprio nome, abilità che un tempo era riconosciuta solo ai cani. Ma non finisce qui.  

A quanto pare i piccoli felini sarebbero capaci di ricordare il nome di altri gatti con cui hanno familiarità o con cui vivono, e anche il nome delle persone con cui condividono la casa. 

Sappiamo che possa sembrare starno, ma basta pensare che i cani possono essere addestrati a ricordare centinai di comandi e nomi differenti, perché dunque, i gatti dovrebbero essere tanto diversi. 

Si mostra chiaramente sconvolgente l'idea di aver avuto in casa un piccolo amico peloso che ha sempre capito quello che dicevamo. 

La scoperta ha sede in Giappone, dove i ricercatori a cui si deve la ricerca, Saho Takagi ha affermato "voglio che le persone sappiano la verità. Sembra che i felini non ascoltino le conversazioni delle persone, ma in realtà lo fanno". 

Negli esperimenti effettuati sono stati analizzati dei gatti che vivevano in abitazioni con più gatti o gatti che erano ospiti di famiglie numerose. 

Il test consisteva nel mostrare al felino l'immagine di un gatto familiare, tramite una foto e durante la visione veniva fatta ascoltare al gatto una registrazione del padrone che pronunciava il vero nome del gatto o, in altri casi, un nome differente da quello reale.

Il team ha scoperto che i gatti fissavano lo schermo per maggior tempo e con un'espressione quasi corrucciata quando veniva pronunciato il nome errato, forse proprio perché incuriositi dall'incongruenza.

Alcune critiche mosse allo studio hanno evidenziato come il campione dei gatti fosse troppo ristretto, tuttavia è stato dimostrato che più a lungo i gatti vivevano in casa con gli umani e più forte era l'effetto dello studio.

Che dire, possiamo dunque affermare che i gatti capiscono davvero quello che diciamo?

Tags: AnimaliScienzaCuriosi
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie