Riesci a trovare una calza e il cappello di Babbo Natale? Mettiti alla prova, sono proprio lì - Curioctopus.it
x
Riesci a trovare una calza e il cappello…
Disinfetta e pulisci il tuo materasso senza spendere troppo: scopri come preparare uno spray fai-da-te 15 foto insolite ci dimostrano come la Russia sia diversa da ogni altro Paese

Riesci a trovare una calza e il cappello di Babbo Natale? Mettiti alla prova, sono proprio lì

28 Novembre 2021 • di Marcello Becca
1.840
Advertisement

Gergely Dudás ha colpito ancora! Il nuovo puzzle visivo di questo illustratore è diventato virale facendo impazzire gli utenti del web. Questa volta dobbiamo andare alla ricerca di un cappello da Babbo Natale in un quadro fatto di cappelli rossi e simpatici pinguini. Si tratta di una sfida dedicata ai più piccoli, ma che intriga tantissimo anche gli adulti. Un gioco semplice ma reso accattivante dai buffi personaggi di Dudàs che ricordano fumetti allegri e spensierati.

Perché, quindi, questi puzzle sono così affascinanti? Ma soprattutto, riesci ad individuare il cappello di Babbo Natale in meno di 5 minuti?

 


È un nuovo successo l’ultimo puzzle visivo di Gergely Dudás, l'illustratore che fa impazzire gli appassionati di questo genere di enigma. ​​Ormai diventati famosi in rete, gli adorabili animali dei cartoni animati e i disegni bizzarri di Gergely Dudás contengono dettagli nascosti che sfidano le persone a esaminarli più da vicino. 

Questa volta, la sfida è trovare - all’interno di un riquadro stracolmo di cappelli e pinguini - il cappello rosso di Babbo Natale.  

Gergely è ormai un esperto nel creare questa tipologia di rompicapo. Oltre ad essere famoso online, l'illustratore ha infatti pubblicato tre libri di illustrazioni che stimolano i processi neuronali del cervello: uno di puzzle festivi chiamato "Bear's Merry Book of Hidden Things", un libro a tema Halloween chiamato "Bear's Spooky Book of Hidden Things" e "Bear's Springtime Book of Hidden Things". 

Ora, provate ad osservare l'immagine da vicino. Riuscite a trovare un cappello rosso da Babbo Natale? 

 

Se non l'avete ancora visto ve lo sveliamo noi: guardate attentamente in basso a destra...

Se non siete riusciti nell'impresa non preoccupatevi perché i giochi di puzzle portano numerosi benefici agendo e stimolando il processo di crescita di alcune aree del nostro cervello (soprattutto in quello dei bambini). 

Secondo diversi studi, infatti, i puzzle sono un simpatico passatempo ma anche uno strumento importante per la crescita intellettuale dei bambini e dei ragazzi. Possono, inoltre, essere un momento importante anche per gli adulti per staccarsi dai problemi della quotidianità. 

Quindi quando un bambino sta risolvendo un puzzle ecco cosa succede silenziosamente:

- Avviene un importante sviluppo cognitivo dato che giocando con i puzzle i bambini esercitano la pazienza e la concentrazione, allenando la memoria a breve termine attraverso il riconoscimento di forme e colori necessario per completare il gioco.

- Si allena la percezione visiva perché mentre si gioca con i puzzle stimolano positivamente l’apparato visivo e i centri attenzionali.

- Per ultima, ma non meno importante: l'autostima. Si, perché portare a termine un gioco come quello Gergely Dudás non è un'impresa semplice. Dopo aver trovato il cappello di Babbo Natale saremo soddisfatti nel vedere che la nostra fatica ha portato i suoi frutti. 

 Se siete curiosi o volete mettervi alla prova correte a cercare gli intriganti puzzle visivi di Gergely Dudás

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie