Una scuola elementare scozzese chiede ai bambini di indossare la gonna per educare all'uguaglianza

Irene Grazia Paladino

05 Novembre 2021

Una scuola elementare scozzese chiede ai bambini di indossare la gonna per educare all'uguaglianza
Advertisement

La differenza tra ciò che è di competenza delle donne e ciò che è di competenza degli uomini si sta assottigliando. Sempre più persone, associazioni, enti pubblici e privati cercando di diffondere un messaggio importante: non esistono ruoli, modo di comportarsi o modo di vestire che sono riservati all’uno o all’altro genere. Si tratta di una lotta lunga che richiede pazienza: non è certamente facile sganciarsi dagli stereotipi di genere. Una scuola elementare di Edimburgo ha deciso di prendere posizione e ha mandato un’insolita mail ai genitori degli studenti. 

via edinburghnews

Advertisement

Not the actual photo - A Xin/Unsplash

La Castleview Primary School di Edimburgo, in Scozia, ha chiesto ai bambini maschi e agli insegnanti di recarsi a scuola indossando una gonna per promuovere l’uguaglianza e sfatare gli stereotipi di genere secondo cui le gonne vanno indossate solo da donne e bambine. Si tratta di un’iniziativa che mira ad educare i giovani all’uguaglianza, alla tolleranza e al rispetto fin dalla giovane età, e prende spunto da quanto accaduto in Spagna: un ragazzo del liceo è stato espulso da scuola per aver indossato una gonna. Gli insegnanti, però, hanno scelto di prendere posizione e di non lasciare che questa ingiustizia passasse inosservata: moltissimi insegnanti maschi si sono quindi presentati a lezione indossando la gonna. Hanno così dato vita ad un movimento di protesta che è presto diventato virale, sui social e non.

Not the actual photo -Pinterest

È stata così organizzata la giornata “indossa una gonna” per comunicare il messaggio che gli indumenti non hanno genere. L’insegnante Miss White ha dichiarato: "Non vogliamo assolutamente costringere nessuno a indossare qualcosa di cui non è felice, ma speriamo che molti di voi siano desiderosi di aiutare a diffondere il nostro importante messaggio. I pantaloni sotto le gonne sono ammessi!". Moltissimi genitori hanno apprezzato l’iniziativa e hanno appoggiato l'ambizione della scuola di essere parte attiva nel processo di educazione dei giovani alunni: "Sono giovani studenti fiduciosi che sono incoraggiati a essere se stessi senza scusarsi e ad accettare e amare gli altri per quello che sono. Ben fatto Castleview.". Tanti altri genitori, però, l’hanno aspramente criticata, sostenendo che “la giornata della gonna” non ha nulla a che fare con la scuola e l’istruzione. Cosa ne pensi? Invogliare i bambini ad indossare ciò che più preferiscono e che li fa sentire a proprio agio può essere un modo per combattere gli stereotipi?

Advertisement