Donna costretta a risarcire la vicina allergica alle vespe per le sue mele marce: attiravano gli insetti - Curioctopus.it
x
Donna costretta a risarcire la vicina…
Trovati in Cina i resti di un gigantesco scorpione marino: era il predatore più temuto del mare Zia regala un biglietto della lotteria al nipote e scopre che è vincente: gli chiede di consegnargli la somma

Donna costretta a risarcire la vicina allergica alle vespe per le sue mele marce: attiravano gli insetti

19 Ottobre 2021 • di Lorenzo Mattia Nespoli
779
Advertisement

Alzi la mano chi non ha mai avuto problemi di convivenza con i vicini. Che si tratti di rumori, comportamenti, piccoli o grandi dispetti, trovarsi a vivere fianco a fianco con dei perfetti estranei che non sempre ci vanno a genio è una cosa davvero comune.

I contrasti, infatti, possono sorgere per i motivi più vari, come nel caso delle due donne inglesi di cui stiamo per parlarvi. Tra Barbara Pilcher e la sua vicina Antoinette Williams non corrono buoni rapporti, al punto che le loro tensioni da vicine di casa sono finite in tribunale, dove la seconda è stata condannata a un risarcimento di migliaia e migliaia di sterline per... le sue mele marce!

via: Daily Mail

She's been awarded £250,000

Pubblicato da Daily Mail su Mercoledì 13 ottobre 2021

Siamo a Dunsfold, nella Contea del Surrey, in Gran Bretagna. È qui che, dal 2010, Barbara Pilcher si è trasferita proprio accanto all'abitazione di Antoinette Williams. I giardini delle due proprietà confinano, e con essi anche gli alberi da frutto che ospitano.

Le mele di uno di essi, appartenenti proprio alla Williams, sono finite nello spazio verde confinante quando già erano marce. Una consuetudine che, purtroppo, si ripeteva a scadenze regolari, in ogni stagione, con conseguenze che, per la vicina Pilcher non sono state affatto semplici. Attirate dai frutti caduti a terra, infatti, migliaia di vespe si sono riversate nel giardino della donna, la quale, come se già non bastasse quel disagio, è allergica a questo tipo di insetti.

La situazione è degenerata quando, dopo ripetute richieste, la Williams ha rifiutato in modo categorico di tagliare il suo albero di mele, o comunque di effettuarne la giusta manutenzione, al fine di non far cadere i frutti nel giardino confinante. A seguito di vari litigi e di atteggiamenti che Barbara ha definito "da bulla", la donna ha deciso di fare causa alla vicina, citandola in giudizio.

Advertisement

"Mi sentivo come una prigioniera in casa mia" ha raccontato la Pilcher. Stando a quanto riferito, la vita quotidiana, a causa delle vespe e della sua allergia, era diventata praticamente insostenibile. Al punto che diversi suoi parenti hanno smesso di farle visita per questo motivo. A seguito di un processo durato cinque giorni, è arrivata la sentenza.

Il tribunale ha condannato Antoinette a pagare un importo di circa 250.000 sterline per i danni arrecati alla vicina dalle sue mele marce, oltre che per le spese legali. Gli insetti, purtroppo, hanno anche punto la dirimpettaia, causandole un ricovero in ospedale. Se vi state chiedendo come abbia reagito la Williams alle accuse della vicina, la risposta è male, molto male. Non solo ha cominciato a mostrare atteggiamenti minacciosi, vendicativi e definiti "inquietanti", ma ha rifiutato costantemente di soddisfare qualsiasi richiesta, diventando nel frattempo protagonista di dispetti di vario tipo rivolti alla vicina. 

Insomma: una situazione-limite che però dimostra, se ancora ce ne fosse bisogno, fino a che punto possono spingersi i contrasti tra vicini. Anche episodi e gesti banali e risolvibili possono trasformarsi in guai grossi. Che ne pensate?

Tags: WtfAssurdiStorie
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie