Donna senza gambe viene rimproverata per aver parcheggiato nel posto per disabili: il suo sfogo diventa virale - Curioctopus.it
x
Donna senza gambe viene rimproverata…
15 rare foto storiche ripercorrono importanti momenti del passato catapultandoci in un'altra epoca Da umile agricoltore ad astronauta: il successo di quest'uomo dimostra che nessun sogno è troppo grande

Donna senza gambe viene rimproverata per aver parcheggiato nel posto per disabili: il suo sfogo diventa virale

28 Gennaio 2021 • di Irene Grazia Paladino
6.561
Advertisement

Perché le persone si fermano alla superficie, fanno delle supposizioni e giudicano senza sapere? È ciò che la campionessa di nuoto Jessica Long, ventottenne di Baltimora, si è chiesta quando una donna l’ha rimproverata e le ha riservato sguardi di disapprovazione per aver parcheggiato nel posto riservato ai disabili. La donna, con un difetto congenito agli arti inferiori, racconta la storia su TikTok.

Jessica ha vinto una medaglia d’oro, tre d’argento e due di bronzo ai Giochi Paralimpici del 2016 di Rio. Tutti questi successi li ha ottenuti nonostante non abbia le gambe ma la donna che l’ha aspramente insultata in un parcheggio ha giudicato senza conoscere: si è limitata a guardarla disgustata, e non è certamente la prima persona a farlo. Jessica racconta che spesso le è stato urlato contro, le sono stati lasciati biglietti sul parabrezza, hanno bussato sul suo finestrino e tutto ciò senza sapere che il pass per parcheggiare nei posti riservati lei ce l’ha eccome.

Alla donna che le ha detto “questo è un posto per disabili, non puoi parcheggiare qui”, Jessica ha risposto “non ho le gambe, questo è il motivo per cui ho parcheggiato qui, questo è il motivo per cui ho il pass che mi consente di farlo”.

Advertisement

Jessica si sfoga così su TikTok, invitando la gente a prestare attenzione prima di fare delle supposizioni: probabilmente non sembra che Jessica abbia un handicap, eppure ha subìto moltissimi interventi chirurgici e sente spesso dolore alle gambe. Jessica vuole essere un’ispirazione, ma per le giuste motivazioni: per la sua etica lavorativa, per la sua carriera, per la sua capacità di non abbattersi ma non in quanto persona che vive una vita quanto più normale possibile.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie