x
Perde l'uso delle gambe e il marito…
Giocare ai videogiochi è sbagliato? Al contrario: migliora l'intelligenza dei bambini, parola della scienza Ruba l'autobus a un autista per raggiungere in orario la sua fidanzata: quindicenne arrestato

Perde l'uso delle gambe e il marito la lascia, poi arriva la rinascita: "Finalmente ho la vita che merito"

02 Ottobre 2022 • di Francesca Argentati
1.799
Advertisement

Ci sono storie che parlano di difficoltà da affrontare, di dolori da superare, di situazioni così improvvise e drammatiche che richiedono una grande forza per essere attraversate. Storie in cui, però, a un certo punto ci si trova a rinascere, perché dopo periodi che mettono a dura prova, arriva il momento di ricominciare a essere felici anche se poteva sembrare impossibile. Storie come quella di una donna inglese che, dopo aver perso l'uso delle gambe ed essere stata lasciata dal marito per questo, è riuscita a ritrovare l'amore e la gioia di vivere.

via: The Sun

Riona Kelly ha 37 anni e vive ad Halifax, nello Yorkshire. Nel 2015 subì un ictus che le causò una paralisi alle gambe. Trasportata d'urgenza in ospedale, i medici le dissero che avrebbe potuto non tornare a camminare mai più. Cinque giorni più tardi, il marito le comunicò di volerla lasciare. In un momento così delicato e complicato, Riona dovette affrontare anche la fine del suo matrimonio, durato 14 anni e dal quale erano nati quattro figli.

"Dopo che mio marito mi ha lasciata in ospedale, la mia amica Sarah è diventata la mia parente più stretta, sono stati lei e i bambini a sostenermi durante la mia guarigione" ha raccontato la donna. "Era il momento in cui avevo più bisogno di mio marito. Ripensandoci, ero infelice nel mio matrimonio, ma ci eravamo costruiti una vita insieme e avevamo delle responsabilità."

A distanza di sei settimane, Kelly non aveva ancora ripreso l'uso delle gambe e il parere dei medici non era ottimista: "Fu a quel punto che i dottori mi dissero che non avrei mai più camminato. Avevo avuto un incidente d'auto un anno e mezzo prima e secondo loro questo poteva aver causato problemi alla mia colonna vertebrale".

La Kelly dovette quindi abituarsi a una nuova vita, quella sulla sedia a rotelle, e senza il supporto del marito. "La prima volta che uscii in sedia a rotelle pensai che tutti mi stessero guardando, l'ho odiato e odiato me stessa. Non volevo più vivere”.

Proprio a questo punto, però, le cose iniziarono a cambiare e a ridare speranza a Riona. La fisioterapia diede i primi risultati, facendo sì che riuscisse a compiere di nuovo alcuni passi. "Stavo trascinando il mio corpo e non sentivo le gambe ma non mi importava, stavo camminando e questo è tutto ciò che contava. Il mio fisioterapista era molto emozionato, non poteva credere che ce l'avessi fatta."

Advertisement

Riona continuò a recuperare le forze, giorno dopo giorno e, dopo quattro mesi di degenza, venne finalmente dimessa dall'ospedale e fece ritorno a casa. "Mi ci vollero 25 minuti per salire 16 gradini e lo stesso tempo per tornare giù, ma ero determinato a farlo per i miei figli".

Durante la convalescenza, accadde qualcosa che riuscì a ridarle il sorriso: l'amore nato col personal trainer Keith Mason. I due infatti rimasero in contatto e, lavorando fianco a fianco sulla sua ripresa, i due finirono per innamorarsi. La loro relazione procede tutt'ora e Kelly è di nuovo felice: "Ai bambini piace molto e finalmente mi sento come se stessi vivendo la vita che merito."

Dopo un lungo periodo di buio, è di nuovo tornato il sole nella vita di questa giovane donna.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie