Sviste e valutazioni affrettate: ecco alcuni dei più clamorosi errori ingegneristici della storia - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Sviste e valutazioni affrettate: ecco…
Attenzione a quello che dite: uno studio dimostra che il cane capisce le vostre PAROLE Un senzatetto si avvicina a una ragazza per chiedere l'elemosina, ma sarà lui a darle dei soldi...

Sviste e valutazioni affrettate: ecco alcuni dei più clamorosi errori ingegneristici della storia

04 Settembre 2016 • di Giulia Bertoni
33.267
Advertisement

La storia della progettazione ingegneristica è piena di errori clamorosi che hanno causato problemi e obbligato a rimettere mano a progetti che si consideravano conclusi o quasi. Nella tecnologia moderna, infatti, aumentano le conoscenze sulle possibilità dell'ingegneria e si dà ampio spazio al pionierismo ma a volte vengono sottovalutati aspetti che finiscono per intaccare progetti da milioni e milioni di euro. Alcuni di questi errori appaiono comici semplicemente per la loro non riuscita generale, ma altre volte si è trattato di leggerezze che hanno causato seri danni e nuovi, costosi finanziamenti.

1. Grattacielo 'Intempo' - Benidorm (Spagna).

La costruzione di questo grattacielo di 47 piani e 192 metri di altezza ha vissuto diverse battute di arresto: i lavori iniziarono nel 2007 e si pensava di poterli portare a termine nel 2009. Con la crisi economica del 2008 però s'iniziò a rallentare, mentre nel giugno 2011 si verificò un incidente che ferì 13 degli operai a lavoro sul sito. La struttura è stata ultimata nel 2014 ma continua a essere percepita come un simbolo di incompetenza gestionale e architettonica.

2. The Hancock - Boston.

Completata nel 1976 fu per lungo tempo la più alta costruzione degli Stati Uniti ma ancor prima della sua ultimazione i pannelli di vetro che vi erano stati applicati cominciarono a crollare in presenza di venti normali a causa della tensione termica fra interno ed esterno. Per poter proseguire con i lavori fu necessario chiudere tutta l'area circostante e sostituire ben 10.344 pannelli.

Advertisement

3. Tropicana Field - Florida.

immagine: flickr

Lo stadio di baseball dei Tampa Bay Rays fu progettato proprio per ospitare gli incontri di questo sport ma diverse furono le critiche che gli furono mosse: dalla presenza di passerelle appese ai soffitti e recinzioni che interferiscono con le traiettorie delle palle alla presenza di sostanze chimiche nocive nel sottosuolo.

4. Sottomarino S80 - Marina Militare spagnola.

A pochi giorni dalla sua ultimazione gli ingegneri del sottomarino S80 si sono resi conto che la struttura, con le sue 2200 tonnellate, una volta immersa non sarebbe stato possibile riportarla a galla. Il progetto doveva essere ultimato nel 2015 ma ora si pensa che lo si potrà concludere solo nel 2017, dopo aver alleggerito il sottomarino di almeno 70 tonnellate.

5. Sistema di gestione bagagli dell'aeroporto di Denver.

Il progetto per il sistema di gestione dei bagagli era stato pensato per servire 3 terminal ed essere totalmente automatico ma l'intento si rivelò fallimentare e causò un ritardo nella conclusione dei lavori generali di 2 anni senza mai entrare in funzione.

Advertisement

6. Citigroup Center - New York.

Errori nella progettazione dell'impatto del vento sulla struttura di uno dei grattacieli più alti di Manhattan comportarono delle importanti modifiche strutturali che però vennero apportate senza informare la stampa: tutto si svolse durante la notte e la notizia venne divulgata solo vent'anni dopo.

7. Kansai International Airport - Giappone.

immagine: wikimedia

È stato costruito su un'isola artificiale per alleggerire il traffico dello scalo di Osaka ma non si era tenuto conto del peso della struttura che dal 1990 a oggi è affondata di ben 8 metri, con una media di circa 17 cm l'anno. La sua fruibilità e la sua sicurezza, però, vengono mantenute attive da continui lavori di supervisione.

Advertisement

8. Millennium Bridge - Londra.

Costruito fra il 1999 e il 2000 venne chiuso due giorni dopo la sua inaugurazione a causa di forti vibrazioni dovute all'alto numero di persone che lo attraversarono contemporaneamente. Per questo furono necessari nuovi studi sulla resistenza del ponte e solo nel febbraio 2002 poté essere riaperto in tutta sicurezza.

9. Treni regionali francesi.

immagine: bbc

È stato un duro colpo per i responsabili della costruzione dei nuovi treni regionali francesi accorgersi solo una volta messi su rotaia che in molti casi le dimensioni del treno non combaciavano con quelle dei binari. L'intoppo ha reso necessario modificare i binari di più di 1000 stazioni ferroviarie!

Advertisement

10. de Havilland DH.106 Comet - Aereo passeggeri britannico.

Uno dei primi aeri passeggeri a solcare i cieli fu anche il primo a rendere chiaro che la forma quadrata dei finestrini doveva essere modificata: i loro angoli risentivano in maniera esagerata della pressurizzazione del velivolo e si scheggiavano fino a creare micro-crepe nelle lamiere che a loro volta si laceravano causando diverse catastrofi.

11. Tacoma Bridge - Stato di Washington (USA).

Una delle prime opere di ingegneria civile del Novecento venne aperta al passaggio di auto nel luglio del 1940 ma solo 4 mesi dopo si verificò il crollo.

12. Walt Disney Concert Hall - Los Angeles.

La struttura esterna di questo edificio moderno è in acciaio e specchio e ciò, unito al riflesso della luce solare, aveva comportato un aumento della temperatura della struttura al punto da richiedere un eccessivo uso di aria condizionata al suo interno. Il problema venne risolto nel 2005 realizzando una levigatura con sabbia delle superfici incriminate.

13. 20 Fenchurch Street ("Il walkie talkie") - Londra.

Concludiamo con il cosiddetto walkie talkie di Londra, un grattacielo che ha vinto il premio della Carbuncle Cup, ossia quello per struttura architettonica più brutta dell'anno (nel 2015). La sua particolare forma, oltre a risultare sgraziata a molti, rifletteva i raggi solari in modo tale da causare il surriscaldamento degli spazi sottostanti e il conseguente scioglimento della carrozzeria delle auto parcheggiate nei suoi pressi.

Qui potete vedere come si verificò il crollo del ponte Tacoma in un video in bianco e nero dell'epoca. Vista la dinamica del crollo non vi furono vittime, eccetto un povero cane.

Guarda il Video:

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie