Va in municipio per rinnovare la carta d'identità e scopre di essere sposata da 13 anni

Matteo Cicarelli

30 Novembre 2022

Va in municipio per rinnovare la carta d'identità e scopre di essere sposata da 13 anni
Advertisement

Molti individui sognano il proprio matrimonio fin da piccoli, ne immaginano, già, ogni dettaglio, conoscono perfettamente in quale chiesa si svolgerà la funzione, quale sarà la marcia nuziale e dove avverrà il pranzo nuziale, in alcuni casi pensano anche a quali possano essere le pietanze immancabili. La vita però è ricca di sorprese non si sa mai ciò che può accadere, l'imprevisto è sempre dietro l'angolo. Può succedere improvvisamente qualsiasi cosa, potresti anche un giorno ritrovati sposato senza saperlo.

Come è accaduto a questa donna, che ha scoperto per puro caso di essere sposata da 13 anni con uno sconosciuto. Peccato però che lei non abbia mai presenziato alle proprie nozze. Tutto ciò è capitato quando si è recata in municipio per rinnovare la propria carta d'identità. Vediamo cosa è successo.

via La Nouvelle Republique

Advertisement

Andrea Ferrante - Flickr/ Not the actual photo

La protagonista della vicenda è Barbara una donna di 50 anni che risiede in un piccolo paese francese, Saint-Nazaire. Tutto è iniziato quando ha deciso di recarsi presso il municipio del suo paese per ottenere una nuova carta d'identità. Alcuni mesi dopo, però, questo rinnovo non era ancora avvenuto.

Allora Barbara ha pensato bene di chiamare i funzionari e chiedere delucidazioni. A quel punto le è stata fatta la domanda che le ha cominciato a far sorgere dei dubbi: “Vuoi mettere moglie come tuo stato civile?". La donna a quella domanda ha prontamente risposto "non sono mai stata sposata". I documenti, però, testimoniavano il contrario, secondo le carte, infatti, era convolata a nozze circa 13 anni prima con uno sconosciuto, presso il paesino francese Guérande.

Pexels - Not the actual photo

La situazione in cui si è trovata è realmente complessa, l'unica opzione era quella di chiamare il coniuge e cercare di trovare una soluzione insieme. Alla fine è riuscita a contattarlo, "ma sembrava spaesato non capiva cosa stesse accadendo. Faceva fatica a credermi. Le conseguenze problematiche, però non sarebbero state per lui quanto per la moglie. Ancora non ho ricevuto la carta d'identità, per fortuna che non mi serve nel mio paese perché i funzionari mi conoscono tutti".

Probabilmente nel momento della registrazione del matrimonio c'è stato un errore di trascrizione.

Tu come pensi debba risolvere questa situazione?

Advertisement