Partorisce in taxi e poi le mandano il conto per la pulizia dell'automobile: "mi sembra assurdo"

di Matteo Cicarelli

03 Novembre 2022

Partorisce in taxi e poi le mandano il conto per la pulizia dell'automobile: "mi sembra assurdo"
Advertisement

Quando si aspetta un figlio il desiderio è che possa nascere in un luogo opportuno, sottoposto alle premure degli specialisti, ma soprattutto circondato dall'affetto di coloro che, da quel momento in poi, saranno la sua famiglia. Il parto, però, è un processo molto lungo: nei nove mesi di gravidanza, la futura mamma deve recarsi spesso a compiere controlli di routine per essere sicura che il piccolo nella sua pancia cresca senza problemi.

La ragazza inglese protagonista della storia che stiamo per raccontarvi ha partorito proprio mentre stava tornando a casa dopo un semplice controllo di routine, nel quale le era stato detto che tutto stava procedendo per il meglio. La sua piccola è nata nel taxi che aveva preso. La cosa che più lascia perplessi, oltre l'accaduto, è però ciò che è successo dopo.  

via Dailymail

Pexels - Not the actual photo

Pexels - Not the actual photo

Il suo nome è Farah, ha 26 anni e dopo aver compiuto una visita di routine presso lo specialista di fiducia, ha chiamato un taxi per essere riaccompagnata a casa. L'automobilista stava guidando tranquillamente il suo mezzo, percorrendo la strada che avrebbe permesso alla donna di arrivare alla propria dimora, quando è accaduto l'inaspettato.

La ragazza, all'improvviso, ha percepito che la figlia stesse per nascere. Il tassista, in quel momento, ha immediatamente chiesto a Farah se avesse voluto che si fermasse, ma lei gli ha detto di recarsi direttamente all'ospedale perché credeva di farcela. Invece è successo tutto il contrario.

Advertisement

Farah è riuscita a far nascere da sola la sua bambina, Naia, in auto. Il tassista ha subito avvisato l'ospedale che sarebbero arrivati. Giunti lì, i medici la stavano aspettando davanti alla porta e hanno aiutato subito la ragazza a uscire dall'auto con in braccio la sua piccola.

Pexels - Not the actual photo

Pexels - Not the actual photo

La vicenda sembrava essersi conclusa, e per di più nel migliore dei modi. Quando però la ragazza è tornata a casa le è stato recapitato il conto del taxi, che ammontava a circa 90 sterline (oltre 100 euro): la corsa ne costava solo 30, le restanti 60 le sono state addebitate perché era il denaro speso per far ripulire tutta l'automobile.

"Capisco di aver creato scompiglio - ha spiegato Farah raccontando la sua incredibile vicenda - ma mi sembra irragionevole addebitarmi il costo della pulizia, visto che è stato un evento inaspettato". L'azienda che gestisce il taxi che ha preso la ragazza, nel frattempo, ha evitato di rilasciare commenti.

Tu cosa ne pensi?

Advertisement