x
Ragazza ricercata viene arrestata dopo…
17 immagini che raccontano l'affascinante avanguardia della Corea L'amicizia tra uomo e donna può esistere? La scienza risponde

Ragazza ricercata viene arrestata dopo aver fatto domanda di lavoro presso l'ufficio dello sceriffo

14 Novembre 2022 • di Matteo Cicarelli
1.131
Advertisement

La ricerca di un lavoro è spesso molto complessa, perché prima di trovare l'impiego adatto possono passare anche mesi, quindi non appena si intravede un mestiere che possa fare al proprio caso, non si attende oltre e ci si candida immediatamente.

Spesso, infatti, non ci si pongono troppe domande, a volte capita di non leggere neppure l'annuncio, ma si decide subito di inviare la propria candidatura. Forse questa donna ha fatto proprio così, non ci ha pensato due volte prima di proporsi per l'impiego presso l'ufficio dello sceriffo. Peccato, però, che fosse una ricercata.

via: Newsweek

Il suo nome è Zyeama Y. Johnson, ha 27 anni e pensava di essere riuscita a sfuggire alla legge, ma ha commesso un piccolo errore di calcolo. La ragazza conduceva la sua vita spostandosi di città in città, per non essere trovata, ma aveva la necessità di fermarsi e trovare un lavoro, peccato però che ha fatto domanda per l'impiego sbagliato.

Zyeama, infatti, ha deciso di farsi avanti per lavorare presso l'ufficio dello sceriffo della contea di Hudson nel nord-est del New Jersey, si è proposta per il ruolo di guardia di sicurezza. Una delle principali occupazioni di questo ufficio, però, è quella di individuare la posizione delle persone ricercate per mandati in sospeso.

Quando, però, ci si propone per un lavoro, una delle prime cose che viene fatta dai superiori, soprattutto se si desidera lavorare presso un ufficio di polizia, è il controllo dei reati commessi. Infatti, sono bastati pochi istanti agli impiegati per capire con chi avessero a che fare. Infatti, una breve indagine ha dimostrato che la ragazza avesse sulle proprie spalle un mandato di arresto per nella contea di Monroe in Pennsylvania, per non essere comparsa in tribunale per accuse di frode (questo in molti stati è un reato che potrebbe condurre nel migliore dei casi a una multa nel peggiore alla detenzione), e altri dieci nello stato del New Jersey . A quel punto gli agenti, allora, hanno escogitato un piano per incastrarla.

Advertisement

L'ufficio l'ha subito ricontattata per accordarsi sul giorno del colloquio, o almeno quello che lei pensava sarebbe stato un incontro conoscitivo,  ma quando si è presentata lì, è stata immediatamente presa in custodia. La domanda, però, che sia lo sceriffo che gli agenti si sono posti è perché mai una ricercata avesse deciso di fare domanda per un lavoro presso un ufficio di polizia.

Forse la prossima volta prima di rispondere a un annuncio ci penserà due volte...

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie