x
Riceve un bonifico di 250mila dollari…
Scopre di essere stata tradita, per vendicarsi distrugge la macchina del marito colpendola con un coltello 16 immagini che mostrano le situazioni che farebbero perdere la pazienza a chiunque

Riceve un bonifico di 250mila dollari da Google: tenta in ogni modo di restituirli, ma non ci riesce

30 Settembre 2022 • di Matteo Cicarelli
58.516
Advertisement

Chiunque spera un giorno di svegliarsi, aprire la pagina internet del proprio conto corrente e notare con estrema sorpresa che la somma è aumentata a dismisura. Semmai dovesse succedere, la mente comincia subito a fantasticare su come spendere quei soldi, magari partire per la vacanza che si sogna da tempo oppure festeggiare, andando a cenare in un ristornate rinomato. Purtroppo, però, eventi del genere non succedono mai, o meglio quasi mai...

Infatti il ragazzo di cui stiamo per parlarvi, casualmente e con estremo stupore, si è accorto che il suo conto in banca era molto più alto di quanto ricordasse. Come è stato possibile tutto ciò?


Il ragazzo in questione è Sam Curry, un ingegnere informatico ed esperto di cybersecurity. All'improvviso, controllando il suo conto corrente ha notato di aver ricevuto un bonifico altissimo. Quello, però, che lo ha lasciato più perplesso è stato il nome del mittente, a fargli l'accredito era stato il colosso del web: Google.

L'imponente azienda del Mountain View aveva versato sul suo conto la bellezza di 250mila dollari (ovvero circa 260mila euro). Sam, a quel punto, ha cominciato a pensare se avesse mai collaborato con Google, ma ne era certo: tra lui e il colosso californiano non c'era mai stato alcun contatto. Infatti, non riusciva a comprendere come fosse possibile quell'accredito.

immagine: samwcyo/Instagram

In quel momento la mente di Sam è stata attraversata da un dubbio: restituire la somma o tenerla per sé e fare finta che non sia mai accaduto. La scelta più onesta sarebbe stata quella di rendere il denaro. Questa è stata, infatti, l'opzione scelta dal giovane. Ha tento, immediatamente, di contattare l'azienda, ma oltre a non essere semplice, nel momento in cui ci è riuscito non ha ricevuto alcuna risposta. Sembrava che al colosso di internet non importasse di quella cifra.

Advertisement

Questo avvenimento ha avuto una tale portata mediatica tanto da spingere Google ha rilasciare una dichiarazione, nella quale sosteneva che avrebbe tentato di mettersi in contatto con il ragazzo: "Il nostro team ha recentemente effettuato un pagamento a un beneficiario sbagliato a causa di un errore umano. Apprezziamo il fatto che ci sia stato comunicato rapidamente dall'interessato e stiamo lavorando per correggerlo”.

Sam forse sperava che questa buona azione potesse comunque premiarlo. Non sappiamo se Google abbia deciso di ringraziarlo lasciandogli parte della cifra, ma di sicuro questo comportamento meriterebbe un riconoscimento.

Tu, al suo posto, cosa avresti fatto?

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie