x
Il datore di lavoro la licenza perché…
Tatuatore si rifiuta di accontentare la richiesta di un minorenne: Questo lussuoso hotel simulerà l'esperienza di viaggiare sulla luna: previsto anche l'addestramento spaziale

Il datore di lavoro la licenza perché non gli porta il caffè: lei non lo assume nella sua nuova azienda

25 Settembre 2022 • di Matteo Cicarelli
8.129
Advertisement

Nel mondo del lavoro non esistono le differenze di genere, ognuno può fare il mestiere che desidera. Gli aspetti principali sono le capacità, le competenze e la passione, grazie a questi si può svolgere qualsiasi impiego.

Delle volte, però, capita anche di trovare il lavoro perfetto, ma poi scoprire che l'ambiente non è dei migliori, l'importante è sempre sapersi rialzare. Infatti spesso una porta chiusa permette di osservare ciò di cui non c'eravamo mai accorti. Come è successo a questa donna, che dopo il licenziamento ha saputo rimboccarsi le maniche.

via: Yahoo News

Lei è l'avvocato Kathleen Martinez e lavorava per un ufficio legale, composto di quasi soli maschi. I suoi datori di lavoro, però, avevano un'idea antiquata del mestiere di avvocato, ovvero che potesse essere svolto solo da uomini. Una mattina il suo capo le ha chiesto di preparargli il caffè. Lei, naturalmente si è rifiutata perché non rientrava tra le sue mansioni. Questa presa di posizione anche se inizialmente poteva essere vista negativamente, si è rivelata la scelta giusta.

Infatti, il capo ha deciso di licenziarla sostenendo che "non fossi adatta alla cultura conservatrice di quel mestiere, ma soprattutto perché mi sono rifiutata di portargli il caffè". Tutto ciò, però, è servito alla donna per acquisire maggiore fiducia in sé e dare vita ad una propria attività.

L'avvocato Martinez ha voluto creare un luogo di lavoro che mettesse a proprio agio chiunque, soprattutto le donne. "Nella mia azienda indossiamo quello che vogliamo, l'importante è saper svolgere al meglio il nostro mestiere".

La libertà parte anche dal sentirsi liberi di indossare quello che si vuole. "Troppo spesso - spiega la donna - ho indossato abiti che non rispecchiavano me stessa, poi ho capito che posso vestirmi come voglio, ed è una cosa che ho insegnato anche alle mie collaboratrici. Sono molto contenta che molti avvocati donne abbiano fatto domanda per lavorare nel mio ufficio".

Advertisement

Il licenziamento non solo ha spinto l'avvocato Martinez ad aprire una società tutta sua, ma le ha anche, poi, permesso di dare una lezione al suo vecchio capo.

Infatti, poco tempo dopo aver dato avvio alla sua attività, le è arrivata una richiesta di lavoro da parte del suo ex datore. In quel momento, la donna ha saputo dire la cosa giusta al momento giusto. Senza alzare la voce, ha deciso di accettare la candidatura del suo vecchio capo e ha risposto: "certo, abbiamo bisogno di qualcuno che prepari il caffè per le ragazze".

Cosa ne pensi della vicenda?

Tags: DonneLavoriStorie
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie