x
I vicini si infuriano per il volume…
“Per riuscire a coprire le spese dovremmo vendere il caffè a 14£ Decide di intraprendere la carriera di modella alle soglie dei 70 anni:

I vicini si infuriano per il volume della musica troppo alto, lui la spegne e accende il martello pneumatico

18 Settembre 2022 • di Matteo Cicarelli
2.650
Advertisement

Ogni volta che si cambia casa, la speranza è una sola: che i vicini siano tranquilli. Troppo spesso quando ci si sposta da un quartiere a un altro, l'incognita principale riguarda proprio le persone che lo abitano. Infatti, mantenere buone relazioni con il vicinato è la prima regola per una placida convivenza. Troppo spesso a causa di inezie si rovinano i rapporti tra individui, figuriamoci tra dirimpettai. Di solito, basta esclusivamente attenersi alle regole del buon costume, come non fare eccessivo rumore.

Forse questo ragazzo non pensava che i rumori in casa sua fossero così alti, tanto da infastidire tutto il quartiere. I vicini, infatti, hanno tentato più volte di farlo smettere, sono persino arrivati a chiamare le forze dell'ordine.


Quando si è soli a casa di solito si accende la Tv o si ascolta la musica, in modo tale che le voci provenienti dall'apparecchio possano fare compagnia, l'importante però è che il volume non sia eccessivamente alto. Forse, questo ragazzo di 24 anni pensava che la melodia proveniente del suo stereo fosse bassa, ma i vicini non erano dello stesso avviso, tanto da chiamare la polizia locale.

Le forze dell'ordine, una volta giunte presso la casa del ragazzo, gli hanno chiesto di spegnere lo stereo o per lo meno di abbassare la musica. Lui ha eseguito gli ordini e ha spento, immediatamente, la radio. Peccato, che appena i poliziotti hanno lasciato il suo appartamento, il vicinato ha sentito un nuovo rumore provenire sempre dallo stesso luogo.

Il ragazzo, infatti, dopo aver spento lo stereo, ha acceso il martello pneumatico. I vicini, ritenendo lo stesse facendo apposta, hanno deciso, questa volta, di telefonare ai carabinieri, che si sono subito recati presso l'appartamento del ventiquattrenne.

Le forze dell'ordine sono entrate a casa del ragazzo, ma, una volta lì, non hanno potuto far altro che constatare che stava effettivamente svolgendo dei lavori in garage. Per di più, il tutto stava avvenendo in una fascia oraria pertinente. Il vicinato quindi non ha potuto far altro che accettare il rumore.

Chissà se lo scopo della musica fosse proprio quello di mascherare il frastuono del martello pneumatico, molto più fastidioso. Cosa ne pensi, i vicini hanno fatto bene ad agire in questo modo o potevano semplicemente sopportare il rumore?

Tags: SimpaticiCaseStorie
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie