x
Pensionato passa le sue giornate ad…
Scoperto un cristallo di 830 milioni di anni che conterrebbe forme di vita preistoriche sconosciute

Pensionato passa le sue giornate ad accarezzare i neonati in terapia intensiva

07 Giugno 2022 • di Cristina Conversano
1.299
Advertisement

Arrivare alla pensione è un sogno per molti, ma avere tanto tempo libero dopo una vita passata dietro la scrivania di un ufficio può far paura. L'ignoto e la mancanza di una routine sono un desiderio quanto una realtà sconosciuta che ci si appresta a conoscere.

Ma niente viaggi alle Canarie, corsi di pilates o giornate in Spa per il protagonista della storia che stiamo per raccontarvi. 

Dopo anni passati nelle vendite internazionali David Deutchman, questo è il suo nome, diventa un volontario nelle terapie intensive degli ospedali, svolgendo un ruolo piuttosto singolare.

via: CNN

Tutto è accaduto una notte ad Atlanta, quasi inaspettatamente.

David Deutchman aveva passato il suo tempo a cullare un piccolo all'interno dell'unità di terapia intensiva pediatrica, quando la mamma, costretta ad assentarsi durante la notte per prendersi cura della figlia maggiore, lo trova seduto sulla poltrona della stanza intento ad abbracciare il neonato prematuro. Un gesto dolce e disinteressato che commuove la mamma del piccolo Logan che decide di immortalare il momento. 

Lo scatto diventa virale e di lì a poco, il nonno della terapia intensiva diventa incredibilmente famoso sul web. 

David racconta di aver iniziato questo percorso quasi per caso. Inizialmente si era offerto volontario con pazienti a lungo termine, ma dopo un incontro con due giovani madri ha compreso di volersi dedicare ai più piccoli dell'ospedale.

Così entra nel programma "baby buddy" dello Scottish Rite Hospital. L'iniziativa nasce proprio per invogliare i volontari a visitare i reparti di terapia intensiva neonatale per confortare i bambini nati prematuri.

Così dalle sale riunioni David passa ad abbracciare i bisognosi, dando loro calore e amore. Due volte a settimana, per anni, l'anziano ha trascorso intere giornate in terapia intensiva, coccolando i più piccoli.

Deutchman si mostra particolarmente bravo e, capace di chissà quale magia, riusciva a calmare tutti i bimbi che teneva a sé. Tanto che negli anni, le infermiere hanno riferito che il calore dell'uomo era in grado di produrre effetti positivi nei pazienti, che guarivano più rapidamente.

Alla domanda perché lo fai, Deutchman rispondeva sempre "semplicemente non capiscono, il tipo di ricompensa che puoi ottenere tenendo in braccio un bambino in questo modo".

 

Advertisement

Sfortunatamente, dopo anni di volontariato, David Deutchman è scomparso dopo una battaglia contro un male al pancreas, il 14 novembre 2020, all'età di 86 anni.

"Siamo grati per ogni minuto di ogni giorno che abbiamo passato con questo grande marito, padre e nonno", ha detto alla CNN la figlia.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie