x
Esce con il metal detector e trova una…
Youtuber costruisce un gigantesco power bank capace di alimentare la batteria di 5.000 cellulari Non sopporta il collega: per vendicarsi ordina cibo a domicilio a suo nome, con pagamento alla consegna

Esce con il metal detector e trova una preziosissima spilla medievale dai poteri "magici"

03 Febbraio 2022 • di Lorenzo Mattia Nespoli
2.785
Advertisement

Non capita raramente che le scoperte più sensazionali siano frutto di casi a dir poco fortunati. Che si tratti di oggetti piccoli o grandi, a volte il passato sa proprio come ritornare vivo e presente nei modi più stravaganti e sorprendenti. Proprio come è accaduto all'uomo inglese di cui stiamo per parlarvi.

Durante un'uscita col suo metal detector, il fortunato scopritore si è imbattuto in un oggetto che sarebbe riduttivo definire prezioso e affascinante. Una scoperta dall'alto valore archeologico e ricca di suggestioni che arrivano direttamente da un tempo remoto a raccontarci storie e a farci viaggiare nel passato con la fantasia. E pensare che, sulle prime, l'uomo pensava di aver trovato solo l'ennesimo scarto metallico, quando invece aveva tra le mani una spilla dai "poteri magici" che ha attirato subito l'attenzione degli esperti.


Non è la prima volta che una persona comune, col suo metal detector, diventi protagonista di scoperte sensazionali. È stato così anche per William Nordhoff che, quando si trovava a esaminare un campo a Pewsey Vale, nel Wiltshire, si è imbattuto in una stupenda spilla d'oro.

"C'era un luccichio che ha attirato la mia attenzione - ha raccontato - sulle prime pensavo fosse il solito pezzo di metallo senza valore ma poi, guardandolo più da vicino, sono rimasto così scioccato che mi sono dovuto sedere".

E non stentiamo a crederlo visto che, stando a quanto è emerso in seguito e confermato dalle analisi degli studiosi, Nordhoff si è ritrovato tra le mani una spilla d'oro di 800 anni con tanto di iscrizioni propiziatorie utilizzate per scongiurare problemi di salute.

"Ho capito subito che era qualcosa di speciale - ha continuato - perché avevo già visto queste spille prima, ma non le avevo mai viste con tante scritte sopra". Dopo aver contattato le autorità, gli archeologi hanno confermato il valore del gioiello e la sua datazione. Si tratta appunto di una spilla risalente al medioevo, a un periodo stimato all'incirca tra 1150 e 1350, del valore di diverse migliaia di euro.

Incise sulla spilla ci sono scritte in latino e in lettere ebraiche, parti di preghiere utilizzate appunto per scacciare eventuali mali di salute che, all'epoca, non erano affatto rari. L'oggetto, dunque, stando agli esperti, sarebbe stato portatore di proprietà magiche, come fosse una sorta di amuleto in grado di proteggere la salute delle persone. E si tratta anche di un oggetto piuttosto raro, visto che, tra le varie spille medievali recuperate in passato, poche o nessuna presentano tali caratteristiche.

"C'era una possibilità su un milione che la trovassi" ha detto Nordhoff, senza nascondere il suo orgoglio. Ora, secondo le leggi britanniche, l'uomo sarà obbligato a vendere il reperto a un museo, e riceverà il pagamento di una somma di denaro stabilità dalle autorità. E siamo certi che, dopo questa scoperta, la sua passione per il metal detector sarà più attiva che mai!

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie