Tumore al cervello: un team di ricercatori italiani scopre una pianta che può aiutare a fermarlo - Curioctopus.it
x
Tumore al cervello: un team di ricercatori…
Quanto ci impiegherebbe un computer ad hackerare la tua password? Una tabella ce lo mostra Quanto è

Tumore al cervello: un team di ricercatori italiani scopre una pianta che può aiutare a fermarlo

09 Dicembre 2021 • di Lorenzo Mattia Nespoli
5.443
Advertisement

A volte assistiamo a scoperte in campo medico-scientifico che sono davvero in grado di restituirci un po' di speranza, specie per quanto riguarda il trattamento di patologie che purtroppo causano tanti problemi e difficoltà alle persone. È proprio il caso di dirlo, leggendo le notizie diffuse da un team medico italiano, protagonista di una ricerca sulle possibili cure di un tumore che colpisce il cervello.

Pubblicato sulla prestigiosa rivista Biology, lo studio si è soffermato sulle incredibili proprietà di una pianta. Proprio così: anche se può sembrare poco "scientifico", l'elemento naturale di cui stiamo per parlarvi sarebbe un ritrovato davvero azzeccato per fronteggiare uno dei mali più aggressivi che possono colpire il cervello umano, il glioblastoma multiforme.

via: Neuromed

immagine: LiChieh Pan/Flickr

La scoperta si deve ai ricercatori del Laboratorio di Neuropatologia molecolare del Neuromed, istituto neurologico italiano che si trova a Pozzilli, nella regione del Molise. Sono stati proprio loro a esaminare le sostanze estratte dalla Gymnema sylvestre, una pianta che cresce in Africa, Australia e Asia, principalmente sotto forma di arbusto e rampicante.

Impiegando e collegando tali elementi nelle terapie utilizzate per trattare il glioblastoma multiforme, gli scienziati hanno notato che gli estratti della pianta riescono a contrastare e inibire efficacemente la crescita delle cellule tumorali, regolandone il metabolismo.

immagine: Biology

In particolare, stando a quanto hanno fatto sapere gli esperti, l'azione della Gymnema sylvestre agirebbe sul cancro generando l'autofagia delle sue cellule, ossia un meccanismo che, di fatto, le vede autodistruggersi. "Attivando in massa questo processo - ha spiegato la dottoressa Antonella Arcella - porta a una distruzione diffusa del tumore. Queste soluzioni possono affiancarsi alle terapie convenzionali, che restano la base contro il glioblastoma, un tumore tra i più aggressivi, il cui trattamento è particolarmente difficile".

Advertisement

È chiaro che, alla luce di tutto questo, riuscire a contrastarlo anche attraverso sostanze e terapie di origine naturale rappresenta un notevole passo avanti e la Gymnesia sylvestre, in questo, sembra proprio aver colpito nel segno. Va detto, inoltre, che questa pianta è già da lungo tempo conosciuta per i suoi effetti terapeutici: nella medicina tradizionale cinese e in quella ayurvedica, infatti, è impiegata in moltissimi utilizzi per favorire il benessere, e in particolare per contrastare il diabete.

Risultati incoraggianti e provati dalla scienza, dunque, per un elemento prezioso che la natura ci offre, e che sembra proprio possa rivelarsi un valido aiutante per alleviare le sofferenze di tante persone. Un'ottima notizia, non trovate?

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie