Pescatore trova un grosso blocco di vomito di balena: "è come oro galleggiante, vale 1 milione di euro" - Curioctopus.it
x
Pescatore trova un grosso blocco di…
Il naso più grande del mondo appartiene ad un uomo di 71 anni: misura quasi 9 cm Piattaforma di criptovalute accredita per errore $ 90 milioni sui conti degli utenti e chiede di restituirli

Pescatore trova un grosso blocco di vomito di balena: "è come oro galleggiante, vale 1 milione di euro"

08 Ottobre 2021 • di Lorenzo Mattia Nespoli
4.201
Advertisement

Ammettiamolo: sulle prime può sembrare molto strano - e anche un po' disgustoso - che una sostanza rigurgitata da un animale possa valere una fortuna. Eppure, nel caso delle balene, non è affatto così. Se non ci credete, chiedetelo al pescatore thailandese protagonista del curioso episodio che stiamo per raccontarvi, e che in breve tempo ha fatto il giro del mondo, rendendolo una sorta di celebrità.

È proprio grazie a un grosso blocco di vomito di balena, infatti, che questo umile uomo di mare ha vissuto la pesca più fortunata della sua vita, una di quelle situazioni che capitano davvero raramente. Per farvi capire la portata del ritrovamento, basti pensare che questa sostanza indurita è quotata fino a 35.000 euro al chilogrammo.

A vederlo, sembra in tutto e per tutto un pezzo di roccia bianco-giallastro; non è un caso che, in gergo scientifico, il vomito di balena sia definito "ambra grigia". Quando Narong Phetchara, pescatore thailandese della provincia meridionale di Surat Thani, ha visto quel blocco galleggiare in acqua non ha avuto alcun dubbio: si trovava proprio davanti a un rigurgito di balena, e doveva a tutti i costi tirarlo su in barca con sé.

Così ha fatto, pescando un oggetto che, con ottime probabilità, gli cambierà la vita. Stando al peso e alle dimensioni di quel blocco, il suo valore potrebbe aggirarsi intorno al milione di euro!

Proprio così: le verifiche su quel blocco di rigurgito di balena, effettuate dagli esperti dell'Università Prince of Songkla, hanno confermato che si tratta di vera ambra grigia, un materiale a dir poco prezioso e venduto a prezzi altissimi. Considerando che quel pezzo trovato da Narong pesa oltre 30 chili, il calcolo è presto fatto ed è quasi inutile dire che, per un uomo abituato a guadagnare l'equivalente di circa 200 euro al mese, si è trattato di una svolta epocale.

"Se riesco a ottenere una buona quotazione - ha dichiarato il pescatore - mi ritirerò dal mio lavoro e, per prima cosa, organizzerò una grande festa". Ma perché l'ambra grigia, o appunto il vomito di balena, è così preziosa?

Advertisement

Questa sostanza, a tutti gli effetti, è prodotta dall'apparato digerente dei capodogli ed è un ammasso di materiali indigesti. Quando appunto non riescono a mandare giù tutto alla perfezione, viene a crearsi tale composto che, di tanto in tanto, rigurgitano, lasciando che poi venga trasportato in mare dalle correnti. Quando si indurisce, la sostanza rilascia un buon profumo, ed è per questo che il suo utilizzo principale, da secoli, avviene nell'industria cosmetica.

L'ambra grigia è in grado di fissare gli aromi e farli durare più a lungo senza che perdano di intensità. Data la complessità di reperimento di tale composto e vista la ricercatezza di alcuni profumi, ecco spiegato il motivo del suo valore. Insomma: un classico esempio di come un oggetto disgustoso possa trasformarsi in una fortunatissima scoperta preziosa!

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie