Dubai "crea" la sua pioggia artificiale: con i droni contrasta le alte temperature - Curioctopus.it
x
Dubai "crea" la sua pioggia artificiale:…
Usa, trapiantato con successo il primo cuore artificiale in un paziente: Sposa pretende che gli invitati spendano almeno $400 per il suo regalo di nozze

Dubai "crea" la sua pioggia artificiale: con i droni contrasta le alte temperature

22 Luglio 2021 • di Irene Grazia Paladino
7.536
Advertisement

Lo vediamo spesso nel dietro le quinte dei film: alcune macchine fanno scendere la pioggia sui protagonisti impegnati a svolgere le loro eroiche o romantiche azioni. La pioggia artificiale, però, non è utilizzata solo a scopi scenografici: gli Emirati Arabi hanno deciso di ricorrere a questo metodo per fronteggiare l’ondata di caldo anomalo. Le temperature, infatti, hanno raggiunto anche i 50°C e non vi sono stati giorni di pioggia, costringendo gli abitanti a dover affrontare condizioni avverse e mettendo anche in pericolo l’economia.

via: newsweek

Dubai si è quindi attivata per cercare di contrastare il caldo, e lo ha fatto rivolgendosi alla tecnologia: è stato annunciato che gli Emirati Arabi Uniti hanno finanziato un progetto in cui è stato affidato ai droni il compito di controllare il tempo e le temperature. Dubai ha creato – e possiamo vedere anche che lo ha fatto con successo – una pioggia artificiale nel tentativo di affrontare le temperature soffocanti. Il paese ha pagato in totale $ 15 milioni per questi progetti, dietro cui vi è l'Università di Reading, che ha avuto il compito di creare dei droni per il controllo del tempo.

Ma come funzionano i droni? Come fanno a produrre una pioggia finta? I droni fulminano le nuvole tramite una carica elettrica che, apparentemente, è in grado di caricare le nuvole di pioggia. Gli scienziati sostengono che questa carica sia in grado di aumentare notevolmente le probabilità che le goccioline cadano sotto forma di pioggia. Chi lavora al progetto sta cercando di rendere queste goccioline che si trovano all’interno delle nuvole abbastanza grandi da farle sopravvivere alla superficie che si trova al di fuori delle nuvole. È una tecnica che non prevede l’uso di sostanze chimiche e, a seguito dei primi esperimenti, Dubai è stata la prima città a sperimentare dei droni: il risultato è evidente, in quanto un grande acquazzone ha bagnato le strade.

Advertisement

Possiamo vederlo da alcuni video, condivisi sul profilo Instagram di Official UAE Weather: i droni hanno funzionato talmente bene che, in alcune zone del paese, sono stati segnalati degli avvisi metereologici: a causa delle forti piogge (o forse grazie a loro) è stato chiesto ai conducenti di prestare la massima attenzione sulle strade, diventate scivolose.  

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie