I clienti insultano il personale: il ristorante chiude per celebrare "un giorno di gentilezza"

di Irene Grazia Paladino

21 Luglio 2021

I clienti insultano il personale: il ristorante chiude per celebrare "un giorno di gentilezza"
Advertisement

Si dice che i clienti abbiano sempre ragione e, chi ha un’attività, debba fare di tutto per renderli felici e per soddisfare i loro desideri e richieste. Un ristorante, però, ha deciso di dire “basta”. I proprietari del ristorante Cape Cod, nel Massachussets, hanno deciso di lanciare un forte messaggio ai clienti e a tutta la comunità: dopo aver ricevuto insulti e aver assistito a clienti che si comportavano in maniera scortese nei confronti del personale, hanno deciso di chiudere per prendersi un “giorno di gentilezza”.

via nytimes

aptcapecode instagram

aptcapecode instagram

Felt Castellano, co-proprietario del ristorante, ha detto che accade frequentemente che i clienti si comportino in modo scortese nei confronti del personale: non solo si rivolgono ai dipendenti in modo sgarbato, ma si permettono di insultarli e attaccarli verbalmente. I clienti urlano, minacciano, litigano e fanno piangere i membri dello staff.

Advertisement
I clienti insultano il personale: il ristorante chiude per celebrare "un giorno di gentilezza" - 2

https://www.instagram.com/p/CN...

Ma l’episodio che ha spinto i proprietari a prendere posizione è avvenuto quando un uomo si è scagliato contro uno dei loro giovani dipendenti per averlo semplicemente informato che i clienti non possono prendere la colazione da asporto se il locale non ha ancora aperto. Felt Castellano e sua moglie Regina – co-proprietaria e chef del locale – hanno deciso di chiudere per un giorno e di dare una giornata libera ai dipendenti, per celebrare una “giornata di gentilezza”.

Apt Cape Cod Facebook

Apt Cape Cod Facebook

In un post su Facebook hanno scritto che: "Questo è un modo inaccettabile di trattare qualsiasi essere umano. Domani saremo di nuovo aperti per la colazione. Ricordate che molti membri del mio staff sono giovani, questo è il loro primo lavoro o lavoro estivo per aiutare a pagare l'università. Abbiamo dovuto apportare modifiche a causa dell'aumento del volume d'affari, delle dimensioni della cucina, la disponibilità del prodotto e la disponibilità del personale, non stiamo cercando di rovinare la vacanza o il giorno libero di nessuno." La decisione del locale non è passata inosservata, e altri ristoratori hanno espresso la loro solidarietà e raccontato sui social aneddoti simili, a dimostrazione di quanto i clienti possano e sappiano essere scortesi e aggressivi. Un cliente abituale, però, ha voluto far sapere al personale di essergli vicino, e ha lasciato una carta regalo a beneficio di tutti. Esistono dei limiti che un cliente non dovrebbe mai superare?

Advertisement