Questo aereo sviluppato dalla NASA è uno dei velivoli più veloci mai esistiti: un vero mezzo da record - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Questo aereo sviluppato dalla NASA è…
Quest'uomo è diventato milionario dopo che un preziosissimo meteorite è piombato sul tetto di casa sua In Italia c'è un'isola selvaggia e meravigliosa dove si trova il

Questo aereo sviluppato dalla NASA è uno dei velivoli più veloci mai esistiti: un vero mezzo da record

19 Novembre 2020 • di Lorenzo Mattia Nespoli
2.030
Advertisement

A certe cose basta un semplice sguardo per trasportarci subito in atmosfere e contesti ben precisi, magari influenzati anche dalle suggestioni di film e letteratura. Proprio come avviene ad esempio per la fantascienza: personaggi, ambientazioni, storie e persino veicoli riescono subito a essere connotati come "futuristici", ed è per questo che a volte ritrovarli nella realtà è tanto strano quanto affascinante.

Qui vogliamo parlarvi proprio di un mezzo della NASA, un velivolo da record che sembra uscito da una storia di spionaggio o science-fiction, anche se è 100% reale, tanto che che negli anni ha fatto molto parlare di sé.

via: NASA

"Blackbird": già dal suo soprannome si intuisce che siamo davanti a qualcosa di particolare, e in effetti basta guardarlo per accorgersi che il Lockheed SR-71 è molto, ma molto di più di un semplice aereo. Sviluppato tra gli anni '50 e '60 nella famigerata Area 51, questo velivolo da ricognizione ad alta quota detiene il record per la maggior velocità mai raggiunta da un aereo con pilota e per la maggior altezza di volo.

Riuscite a immaginare di "guidare" un veicolo alla velocità supersonica di 3530 km/h, a ben 26.000 metri di quota? Se la risposta è no, sappiate che invece è quello che hanno fatto i piloti dell'SR-71. Un progetto pioneristico, quello che ha portato alla creazione di questa incredibile "creatura" dei cieli, con accorgimenti e caratteristiche assolutamente all'avanguardia per il periodo in cui fu realizzato. I tecnici si avvalsero della preziosa collaborazione della NASA, essenziale per dare al Blackbird ciò di cui aveva bisogno per entrare nella storia e distinguersi nel panorama dell'aviazione.

 

Advertisement

Ed è principalmente alla NASA che si devono le testimonianze video e fotografiche che oggi abbiamo dell'SR-71. I filmati che lo ritraggono in volo sono oggi dei pezzi rari, perché il Blackbird, da tempo, non è più in servizio. Nel 1999, infatti, tutti e 32 gli esemplari furono dismessi per gli alti costi di gestione che questi "aerei" comportavano e per il cessato stanziamento di fondi a loro favore.

È semplicemente impressionante guardare questo mezzo in azione e pensare a quali picchi tecnici sono arrivati i progettisti che l'hanno pensato e realizzato. L'eredità che ha lasciato, sebbene non sia più possibile vederlo solcare i cieli, è preziosissima, sia in termini di materiali utilizzati, che di motori, aerodinamica e sistemi di guida. Tanto che fu utilizzato per svariate missioni - sia note che segrete -, oltre che per lo studio dei vari parametri di volo.

immagine: NASA

Stando a quanto si è appreso negli ultimi anni da avvistamenti, notizie e indiscrezioni, gli Stati Uniti sarebbero al lavoro sul "figlio" del Blackbird, ossia l'SR-72, un velivolo in grado di raddoppiare la velocità del suo predecessore, battendo nuovi record. Nel frattempo, l'SR-71 continua a destare fascino e interesse in tutti gli appassionati, e non solo: non è difficile comprenderne il motivo!

Advertisement
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie