Donare il cibo avanzato ai cani che vivono nei rifugi: così questo hotel di lusso combatte gli sprechi - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Donare il cibo avanzato ai cani che…
Concediti ogni tanto un viaggio da solo: la tua autostima ti ringrazierà In questo aeroporto c'è uno scivolo per passeggeri ritardatari che arriva dritto all'imbarco

Donare il cibo avanzato ai cani che vivono nei rifugi: così questo hotel di lusso combatte gli sprechi

8.213
Advertisement

Gli sprechi di cibo sono un problema di cui spesso non ci si rende nemmeno conto. Da semplici utenti di supermercati o ristoranti, di solito ci troviamo di fronte a una grande varietà di scelta fra moltissimi alimenti. Nei nostri carrelli o sulle nostre tavole, però, ne finisce solo una minima parte. Gran parte del resto rimane non consumato, e la sua fine è inevitabilmente nella spazzatura.

Certo, non tutto il cibo avanzato da supermercati, ristoranti, bar, catering e hotel finisce gettato via, poiché spesso gli avanzi sono destinati alla beneficenza. Tuttavia, le quantità di alimenti buttati via ancora commestibili sono così grandi da poter sfamare ancora più persone, e non solo.

L'iniziativa di un celebre hotel di lusso di Abu Dhabi, a questo proposito, ha suscitato curiosità e interesse. Al Fairmont Hotel, infatti, lavora lo chef di fama mondiale Jamal Al Breiki, in arte Chef J Gourmet. Oltre ad avere la passione per la cucina, Jamal è un vero e proprio dog whisperer, e ha deciso che era giunto il momento di fare qualcosa per i cani in difficoltà.

Ogni giorno, dalle cucine del Fairmont, vengono preparate quantità enormi di pietanze. Spesso, però, questo cibo non arriva nemmeno a uscire fuori dai locali dove viene cucinato. Al Breiki, così, ha deciso di agire nel concreto per evitare ulteriori sprechi.

In collaborazione con l'organizzazione Animal Action UAE e la fondazione Cloud 9 Pet Hotel and Care, il cibo preparato dallo chef viene quotidianamente raccolto e indirizzato ai ricoveri dove vivono i cani meno fortunati. Tutto ciò si affianca alle operazioni di recupero degli alimenti avanzati in favore di persone bisognose e senzatetto. In quest'ultimo caso, com'è ovvio, la selezione del cibo da recuperare sono molto più attente alla qualità e alla commestibilità. 

 

Advertisement

Un'iniziativa lodevole, che dovrebbe essere implementata un po' da dappertutto. Se ogni hotel, ristorante, bar e catering donasse ciò che di buono getta nella spazzatura a chi ne ha davvero bisogno, di sicuro si entrerebbe in una preziosa ottica di contenimento degli sprechi, senza spendere nulla. Zero sprechi, più consapevolezza e soprattutto solidarietà: tre concetti che ci auguriamo vadano sempre più a braccetto.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie