Se lavori di notte o nei week-end, potresti invecchiare più velocemente - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Se lavori di notte o nei week-end, potresti…
Gobekli Tepe: il misterioso sito archeologico che custodisce segreti ancora irrisolti Thilafushi, l'isola paradisiaca che il turismo ha trasformato in una discarica a cielo aperto

Se lavori di notte o nei week-end, potresti invecchiare più velocemente

5.124
Advertisement

Nel 1729, lo scienzieto francese Jean-Jacques d'Ortous de Mairan notò che le piante tendevano a ripetere alcune azioni secondo modelli di 24 ore anche quando venivano tenute in stanze buie per giorni. Ciò lasciava intendere che questi organismi avessero un ritmo interno. Franz Halberg scoprì che anche gli animali posseggono questo ritmo e coniò il nome "circadiano" (dal latino circa diem: attorno al giorno). La scienza moderna ha scoperto che anche l'uomo possiede il suo ritmo.

 

immagine: Flickr

Anche senza l'aiuto della scienza, tutti noi ci siamo resi conto che i turni di notte, le ore piccole o i lavori saltuari che facciamo nei week-end stressano il nostro corpo. È piuttosto probabile che, il giorno dopo aver lavorato fino alle 6:00 di mattina, anche se dormiamo per otto ore filate, ci sentiamo stanchi e irritabili. Ciò è dovuto al nostro ritmo circadiano, il quale ci suggerisce istintivamente di andare a dormire non più tardi di mezzanotte e di svegliarci tra le 7 e le 8 di mattina.

immagine: Pxhere

Una nuova conferma alla teoria del ritmo viene dai ricercatori della Swansea University e della Université de Toulouse, i quali hanno analizzato per 10 anni lo stato di salute mentale di 3.000 lavoratori francesi e hanno scoperto che chi aveva 10 anni di turni domenicali o notturni alle spalle possedeva un cervello più vecchio di chi lavorava 5 giorni a settimana rincasando non più tardi delle 18. Le stime peggiori hanno suggerito che lavorare di notte o la domenica invecchia il cervello di 6 anni e mezzo ogni 10 anni.

Si tratta di un campanello d'allarme importante per chi lavora molto. Eppure c'è un rimedio: secondo lo studio, tornare a dei ritmi sani per 5 anni consecutivi normalizza la situazione. Se, quindi, avete un lavoro con molti turni notturni o festivi, cambiatelo subito o, almeno...cambiate turni!

Source:

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie