I vestiti dei fumatori sono dannosi quasi quanto le loro sigarette, in particolare per i bambini - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
I vestiti dei fumatori sono dannosi…
7 cose inaspettate che i vostri cani riescono a Questo mago del make-up può diventare praticamente CHIUNQUE: le sue trasformazioni sono eccezionali

I vestiti dei fumatori sono dannosi quasi quanto le loro sigarette, in particolare per i bambini

27 Maggio 2019 • di REDAZIONE
12.228
Advertisement

Gli effetti nocivi del fumo sulla salute umana sono ormai cosa nota a tutti. Sostanze tossiche e cancerogene e maggiori rischi di incorrere in problemi fisici e patologie sono conseguenze da mettere in conto quando si accende una sigaretta.

Come sono noti i rischi per chi fuma, altrettanto lo sono quelli per chi si trova nell'ambiente circostante. Il cosiddetto "fumo passivo" costringe tutti i presenti, nel raggio di qualche metro, a inalare le stesse sostanze nocive che respira chi sta fumando.

Oltre al fumo passivo, però, esiste un ulteriore problema derivante dall'accensione di una sigaretta, di una pipa o di un sigaro, di cui pochi tengono conto.

È il "fumo di terza mano". Una definizione che riporta a qualcosa di usato e consumato e che, nel caso del fumo, non promette nulla di buono. 

Gli abiti di chi fuma, così come i suoi capelli, le tende, i divani o i sedili dell'auto dove si è fumato, rimangono impregnati della nicotina molto più a lungo di quanto potremmo pensare

Anche se il fumo si è disperso nell'ambiente, la nicotina sprigionata interagisce con altre sostanze già presenti nell'aria e con determinate superfici in particolare, originando le nitrosamine, sostanze ritenute cancerogeni indiretti. Questo può avvenire fino a 6 ore dopo che si è fumato.

immagine: Pexels

Uno studio pubblicato su Mutagenesis e condotto da ricercatori di vari atenei statunitensi, ha confermato i pericoli derivanti da questi "depositi" di fumo. I fumatori, quindi, dovrebbero tenere presente che i loro abiti e gli oggetti che li circondano rimangono intrisi di fumo molto a lungo e risultano potenzialmente dannosi come il fumo stesso.

Questo significa che, sebbene abbiano usato l'accortezza di fumare all'esterno, rientrando in ambienti chiusi potrebbero mettere comunque a rischio chi li circonda. Come ha spiegato la biologa Martins-Green della University of California di Riverside, i genitori che fumano dovrebbero dedicare particolare accortezza a questo.

Indossando magliette o camicie di cotone, materiale molto assorbente, non basta fumare fuori casa per non far respirare la nicotina ai bambini e ai propri cari. Occorrerebbe quindi rientrare dopo qualche minuto, arieggiare bene l'ambiente e, soprattutto, ricordarsi di togliere e lavare quanto prima gli indumenti. 

Tags: ScienzaSaluteMedicina
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie