Lego ha creato una linea di mattoncini in Braille per i bambini non vedenti o con ridotte capacità visive - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Lego ha creato una linea di mattoncini…
Gli 8 luoghi sconosciuti di Londra che dovreste assolutamente visitare Pensate di aver passato una brutta giornata? A queste persone è andata sicuramente PEGGIO

Lego ha creato una linea di mattoncini in Braille per i bambini non vedenti o con ridotte capacità visive

1.422
Advertisement

Lego ha deciso di lanciare una nuova linea di mattoncini colorati per aiutare i bambini non vedenti e ipovedenti ad imparare a leggere e scrivere in Braille. Questa nuova linea si chiamerà LEGO Braille Bricks, sarà messa in commercio a partire dal 2020 e grazie ai simboli in rilievo dell'alfabeto Braille su ognuno dei mattoncini, i bambini potranno imparare a leggere e a scrivere in maniera divertente, attraverso il gioco.

Il progetto finale prevede un set di 250 mattoncini che comprenderanno l'alfabeto Braille completo, i numeri da zero a nove, i simboli matematici e altri simboli utili all'apprendimento interattivo. Lego ha assicurato che il nuovo set di mattoncini Braille sarà perfettamente compatibile con tutti gli altri lego già esistenti.

Of course we need Braille bricks, and now LEGO is actually going to make them. http://ow.ly/pgDf50rrhFj

Pubblicato da Bippity Bricks su Mercoledì 24 aprile 2019

Il progetto LEGO Braille Bricks è stato proposto alla compagnia di giocattoli, per la prima volta nel 2011 dall'Associazione Danese dei Ciechi e, successivamente nel 2017, dalla Dorina Nowill Foundation for the blind che ha la sua sede in Brasile.
Durante un'intervista alla CNN, un portavoce della nota azienda produttrice di giocattoli ha confermato che nel corso degli anni la Lego ha costruito diversi prototipi grazie all'aiuto di entrambe le associazioni e grazie al contributo di altre organizzazioni sparse in tutta Europa.

Philippe Chazal, tesoriere dell'Unione Europea dei Ciechi, ha dato molto risalto a questo progetto sottolineandone l'importanza, in un'epoca in cui sempre meno bambini imparano a leggere il Braille a causa dell'ampia diffusione di audiolibri e programmi per computer.

Advertisement

La speranza è dunque che i Lego Braille Bricks possano aumentare il livello di interesse nell'apprendimento del Braille proprio perché, come afferma Chazal: "le persone che conoscono il Braille sono spesso più indipendenti, hanno un livello di istruzione più alto e hanno maggiori opportunità di trovare lavoro".

Attualmente, soltanto le scuole di alcune nazioni (Brasile, Norvegia, Portogallo, Danimarca, Inghilterra) stanno testando questi nuovi mattoncini che, naturalmente, saranno distribuiti gratuitamente alle istituzioni tramite le organizzazioni associate.

Tags: GiochiCuriosiBambini
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie