In questa scuola gli studenti meno fortunati possono pagare le lezioni con rifiuti di plastica al posto dei soldi - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
In questa scuola gli studenti meno fortunati…
7 ragioni che spingono i dipendenti ad abbandonare il posto di lavoro, anche quando lo amano 20 stupendi tatuaggi a tema

In questa scuola gli studenti meno fortunati possono pagare le lezioni con rifiuti di plastica al posto dei soldi

999
Advertisement

Assam è un poverissimo stato nel nord dell'India e nella sua area vivono oltre 31 milioni di persone. La povertà della popolazione si evince dalla mancanza di strutture scolastiche, di case e di riscaldamento; Assam è difatti una regione molto inquinata: i suoi abitanti, nei periodi più freddi dell'anno, incendiano cumuli di plastica per riscaldarsi.

Proprio guardando a queste problematiche, due giovani indiani hanno dato vita alla Akshar Foundation.

immagine: Facebook

Il progetto è nato nel 2013 ad opera di Mazin Mukhtar e Parmita Sarma, due giovani indiani stanchi di vedere l'aria del loro paese riempirsi di diossine e i bambini bighellonare per le strade senza una istruzione e senza prospettive future. È nata così la Ashkar Foundation, una associazione dal forte impegno etico.

L'associazione si pone, tra gli altri, due importanti obiettivi: garantire una istruzione e un futuro anche a chi non ha possibilità economiche e salvaguardare l'ambiente. Come ci riesce? È molto semplice: le tasse scolastiche per le scuola della Ashkar Foundation vengono pagate in...spazzatura!

Mazita e Parmita invogliano i propri studenti a raccogliere i rifiuti delle loro abitazioni e dei dintorni e a "pagare" con questi il prezzo della propria istruzione. Il materiale così raccolto viene in minima parte utilizzato per la costruzione, mentre la fetta più consistente viene riciclata nell'area verde del campus, grazie anche all'aiuto del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR).

immagine: Facebook

L'idea, già innovativa e interessante così, è arricchita da molte altre iniziative. Ad esempio dal "meta-teaching" il quale prevede che gli alunni più meritevoli diventino assistenti degli insegnanti e aiutino i ragazzi più piccoli o con difficoltà negli studi. Inoltre, per garantire una prospettiva concreta ai ragazzi più grandi , Mazita e Parmita offro loro anche la possibilità di lavorare nel centro di raccolta e riciclaggio, allontanandoli così dall'intraprendere la strada della criminalità.

Le scuole della Ashkar Foundation ad oggi contano poco più di 100 alunni, ma nei prossimi 5 anni Mazita e Parmita sono convinti di poter aprire altre strutture nella città più popolosa dell'India, Nuova Delhi, per offrire nuove opportunità e un avvenire più felice ai bambini indiani più poveri. Forza ragazzi!

Source: 

Advertisement
immagine: Facebook
Tags: CuriosiStorieAmbiente
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie