Non capisce chi sia a riordinare il suo capanno ogni notte: una telecamera gli svela che è un topo di campagna

Marco Renzi image
di Marco Renzi

21 Marzo 2019

Non capisce chi sia a riordinare il suo capanno ogni notte: una telecamera gli svela che è un topo di campagna
Advertisement

Immaginate di avere un capanno degli attrezzi in cui svolgete dei piccoli lavoretti casalinghi e di lasciare la sera il piano di lavoro in disordine, per poi ritrovarlo la mattina quasi del tutto riordinato. Cosa pensereste? Probabilmente la prima idea sarebbe che la vostra mente e la memoria si stiano velocemente logorando.

Questo è esattamente ciò che è accaduto all'inglese Stephen Mckears, un uomo di 72 anni che per alcuni giorni ha dubitato della sua sanità mentale. Il suo capanno sembrava infatti riordinarsi da solo: durante la notte gli oggetti cambiavano di posto, il più delle volte andando a posizionarsi nelle scatole dove lui stesso avrebbe dovuto lasciarli. Insomma, il capanno sembrava ospitare una sorta di folletto particolarmente ordinato che ogni notte si adoperava per rimettere tutto al suo posto.

via Daily Mail

Wikipedia

Wikipedia

Poiché l'evento non si era limitato ad un caso isolato, ma sembrava ripetersi, Mckears ha deciso di indagare. Si è rivolto all'amico Rodney Holbrook, un appassionato fotografo naturalista, che gli ha consigliato di installare una trappola fotografica per capire chi o cosa riordinasse il piano di lavoro.

Advertisement

Il filmato ha rivelato il "colpevole".

Il filmato ha rivelato il "colpevole".

Pxfuel - Not the actual photo

Si trattava di un curioso e determinato topo di campagna, che instancabilmente spostava gli oggetti mettendoli nelle scatole. L'esperimento è stato ripetuto varie volte, e mai il piccolo lavoratore ha mancato al suo appuntamento.

Stephen Mckears was astonished at the mouse’s diligent behavior, he even calls the mouse Metal Mickey 🐭

Pubblicato da Daily Viral su Giovedì 30 settembre 2021

A quanto pare il piccolo "Metal Mickey", come è stato ribattezzato, si affacciava per un paio d'ore tra mezzanotte e le due del mattino, riordinava e poi tornava a dormire per la fatica che aveva affrontato.

Pxfuel - Not the actual photo

Pxfuel - Not the actual photo

Il motivo per cui un topo si adopera in questo modo non è chiarissimo – come dice lo stesso Mckears – perché di solito i materiali utilizzati per la costruzione del nido sono tessuti o plastica, ma mai il freddo metallo o gli attrezzi.

Insomma, non sappiamo bene il motivo per cui lo faccia, ma ormai Metal Mickey è diventato la mascotte del vicinato. E soprattutto, il signor Mckears ha finalmente scongiurato il dubbio di avere il capanno infestato dai fantasmi.

Ecco il video del "folletto" all'opera!

Advertisement