Un bambino di 12 anni ha fondato una scuola nel retro della sua casa: una storia che ha molto da insegnarci - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Un bambino di 12 anni ha fondato una…
Cinque mutazioni genetiche L'Area 51 è uno dei luoghi più segreti della Terra: ecco 9 fatti che non sapevi su di essa

Un bambino di 12 anni ha fondato una scuola nel retro della sua casa: una storia che ha molto da insegnarci

19 Maggio 2018 • di Claudia Melucci
5.548
Advertisement

Leonardo Nicanor Quinteros è un bambino di soli 12 anni con la passione per lo studio: vive nel quartiere di Las Piedritas, città di Pocito, nella provincia argentina di San Juan, una zona povera in cui vivono molti bambini a cui non è garantito il diritto allo studio. L'amore per la conoscenza ha spinto questo giovane ragazzo a voler fare qualcosa per realizzare il suo sogno, quello di insegnare, e allo stesso tempo aiutare i suoi coetanei. Grazie all'aiuto prezioso di sua nonna Ramona è riuscito ad aprire una vera e propria scuola sul retro della casa, in cui lui stesso insegna. 

Leonardo Nicanor Quinteros ha avuto la fortuna di frequentare una scuola vera.

Quando torna dalla lezioni si ferma a casa della nonna per impartire ai bambini del suo quartiere lezione di lettura, scrittura e scienza. La scuola è suddivisa in classi, una per i più piccoli e una per i più grandi. Gli studenti non hanno nessun obbligo, raggiungono la scuola di Leonardo solo perché vogliono imparare. 

Il nome che il bambino prodigioso ha scelto per il suo istituto è "Unità e Patria": nei giorni di festa nazionale a scuola viene riprodotto l'inno nazionale attraverso una vecchia radio che la nonna ha in casa. Non manca la bandiera argentina, visibile da tutte le classi.

Le aule non sono altro che scomparti ricavati da scarti e mezzi di fortuna, il meglio che Leonardo e la nonna sono riusciti a costruire con quello che avevano a disposizione.

I bambini non vengono qui solo per studiare: la nonna di Leonardo, infatti, offre a tutti una tazza di latte per merenda. Il sogno di nonna e nipote è ora quello di offrire ai bambini del quartiere non solo conoscenza ma anche un pasto completo: apprendere a pancia vuota, si sa, non funziona.

"Chiedo a Dio solo di farmi vivere per poter continuare a pagare gli studi a mio nipote. È un bambino eccezionale", ha detto la nonna Ramona, una figura centrale nella realizzazione dell'idea. 

La passione e la motivazione di questo bambino è senza dubbio da prendere come esempio!

 

Sources:

Guarda il Video:

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie