L'Area 51 è uno dei luoghi più segreti della Terra: ecco 9 fatti che non sapevi su di essa - Curioctopus.it
x
L'Area 51 è uno dei luoghi più segreti…
Un bambino di 12 anni ha fondato una scuola nel retro della sua casa: una storia che ha molto da insegnarci Il prezzo del turismo: in Tanzania i Masai vengono sfrattati per far posto ai safari di lusso

L'Area 51 è uno dei luoghi più segreti della Terra: ecco 9 fatti che non sapevi su di essa

19 Maggio 2018 • di Claudia Melucci
28.473
Advertisement

L'Area 51 si trova in un'estesa zona militare americana, situata a 150 km a nord-ovest di Las Vegas, nello stato del Nevada. Le voci che circolano su di essa riguardano la segretezza che ha sempre circondato questa zona: la sua esistenza, infatti, è stata sempre ammessa vagamente dal governo statunitense. Solo recentemente alcuni funzionari hanno avuto l'autorizzazione a dichiarare che l'area è desinata alla sperimentazione di moderni apparati tecnologici militari, ma ciò non è bastato a far tacere le numerose teorie complottiste e di natura ufologica. 


9 cose che non sapevi sull'Area 51

immagine: Tim1337/WIkimedia
  1. Esiste davvero. L'Area 51 è stata protagonista di numerosi film e teorie complottiste, per questo molte persone pensano che sia un luogo del tutto immaginato. Invece, la zona è stata riconosciuta ufficialmente nel 2013, quando per la prima volta è stato confermato il nome e la posizione sulla mappa. Nello stesso anno è stato rivelato che l'area è destinata alla sperimentazione di mezzi e tecnologie militari. 

  2. Si pensa abbia un legame con un gli extraterrestri. Il motivo per cui esiste questo legame è riconducibile alla segretezza che ha sempre circondato quest'area e al comportamento ambiguo assunto dal governo stesso. È entrata nella storia la vicenda riguardante un oggetto simile ad un disco volante caduto in un ranch vicino, poi trasportato nell'area per le dovute indagini: i militari in un primo momento dissero che si trattava di un pallone meteorologico, ma anni dopo un rapporto ufficiale ammise che si trattava di un mezzo d'alta quota usato per individuare le onde sonore dei test nucleari sovietici. 

  3. Chi oltrepassa un limite rischia una pesante sanzione. Oltrepassare i cartelli disseminati in ogni dove nelle vicinanze dell'area è una questione seria: si rischia il carcere fino a sei mesi e 1000 dollari di multa. A sfidare le leggi sono soprattutto i turisti che affollano le zone e i paesi circostanti. L'afflusso di curiosi da tutto il mondo costituisce un'entrata economica non da sottovalutare: alcuni paesi, per alimentare il dubbio che l'Area 51 abbia davvero legami con gli extraterrestri, hanno cambiato il nome delle vie a tema UFO. E voi avete mai percorso la Extraterrestrial Highway? 
immagine: NASA/Wikimedia

4. Entrarvi di nascosto è impossibile. I sistemi di sicurezza adottati per proteggere l'area da eventuali intrusioni sono di altissimo livello. Il controllo viene effettuato sia dai militari in tenuta mimetica posizionati su tutto il territorio, sia da velivoli spia che mappano tutto ciò che accade fuori e dentro l'area.

5. Vi sono testate le più moderne tecnologie antispionaggio. Nell'Area 51 è stato fatto volare il primo drone negli anni '50, usato per sorvegliare il Mar Caspio e individuare le postazioni segrete sovietiche. Sono seguiti poi i test sugli aerei spia impiegati nella Guerra in Vietnam e sul primo aereo invisibile ai radar. Si dice, ed è altamente probabile, che qui sia stato testato anche l'elicottero Blackhawck, usato per raggiungere il nascondiglio di Bin Laden in cui è stato poi catturato. 

6. Gli addetti all'Area hanno alimentato le teorie ufologiche: quando negli anni '50 furono testati i primi aerei invisibili ai radar, ai militari dell'Area 51 convenne alimentare il folclore ufologico piuttosto che svelare i segreti progetti. Negli anni a seguire infatti, furono avvistati dai civili strani fenomeni nel cielo, sia di giorno che di notte, già noti alle forze militari dell'Area. Non erano altro, infatti, che gli aerei invisibili ai radar, capaci di raggiungere i 18 mila metri di altitudine (a fronte dei 6 km a cui viaggiano gli aerei di linea): i raggi del sole, che intercettavano i velivoli anche quando a terra era già notte, facevano brillare le fusoliere ingannando l'osservatore di stare vedendo un avvicinamento di UFO.

Advertisement

7. Nacque nel 1955. In questo anno la CIA era alla ricerca di una zona in cui effettuare dei test militari: scelse l'area circostante il Groom Lake, un lago salato prosciugato, che nella Seconda Guerra Mondiale era già stato luogo di un poligono di tiro. La zona era abbastanza isolata da non poter essere raggiunta facilmente. 

8. Le origini del nome. Il nome Area 51 fu scelto in modo strategico: non ha un significato preciso, almeno non è noto, ma si dice sia stato scelto per non ispirare nulla di particolare. Un nome asettico, freddo e insignificante avrebbe aiutato a mantenere segreta l'area. 

9. È ancora in uso. L'Area 51 è ancora utilizzata per gli stessi scopi che ha avuto sin dalla sua creazione. Non si sa se se ne siano aggiunti degli altri, ma la certezza che sia ancora utilizzata la si può avere dalla mappa di Google Maps: sono visibili piste ben tenute e alcuni gruppi di edifici che prima non c'erano. 

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie