Google presenta le sue nuove cuffie: possono tradurre nell'immediato 40 lingue straniere - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Google presenta le sue nuove cuffie:…
Il test dell'albero: sottoponetelo al vostro bambino per capire al meglio la sua personalità 9 efficaci modi per dare sollievo agli occhi stanchi

Google presenta le sue nuove cuffie: possono tradurre nell'immediato 40 lingue straniere

13.340
Advertisement

Immaginate un mondo in cui capire una lingua straniera non richiederà più ore e ore di studio ma solo il compimento di un piccolo gesto...
È questo ciò che l'ultima creazione messa a punto dagli ingegneri Google renderà possibile: uno strumento in grado di tradurre simultaneamente per voi un idioma incomprensibile che si concretizza nella figura di cuffiette audio wireless e che prende il nome di Pixel Buds.

immagine: Google

L'ultima creazione Google consiste in due cuffiette unite fra loro da un laccio che si appoggia intorno al collo; le Pixel Buds, quando utilizzate come semplici cuffie audio, rispondono a comandi tattili che l'utente attua toccando la parte esterna dell'auricolare già inserito nell'orecchio.

Il motivo per cui hanno fatto scalpore, però, è che esse sono in grado di fornire la traduzione simultanea di ben 40 lingue, sfruttando la già esistente (e ampissima) tecnologia di Google Translate.
In questa sua prima forma, il dispositivo deve essere utilizzato insieme allo smartphone: il traduttore viene attivato con un comando vocale come: "Aiutami a parlare svedese" e alla vostra frase successiva, ciò che avete detto sarà tradotto e "pronunciato" dal vostro cellulare. Se la persona con cui state parlando vi risponde in svedese, sentirete la traduzione delle sue parole direttamente attraverso le Pixel Buds.

In una dimostrazione di prova, il device ha dimostrato di saper svolgere questo compito con una certa facilità e con un bassissimo margine di errore.
Potete farvi voi stessi un'idea della sua funzionalità guardando il video qui sotto, ma non dimenticate di dirci cosa ne pensate!

Guarda il Video:

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie