Cercava la madre biologica: quando ne scopre l'identità non può credere a quello che gli dicono - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Cercava la madre biologica: quando ne…
15 illusioni ottiche che ti faranno letteralmente uscire fuori di testa Chernobyl non sarà più una terra abbandonata: ecco il progetto che sta già diventando realtà

Cercava la madre biologica: quando ne scopre l'identità non può credere a quello che gli dicono

15.748
Advertisement

Nell'ottobre del 1985, una giovane donna, Christine Tallady, partorì un bambino. La mamma single, però, non si reputò in grado di badare a lui e decise che sarebbe stato meglio trovare una famiglia che si potesse prendere cura di lui con i mezzi adeguati. Fu così che il bambino venne adottato e chiamato Steve.
Col passare degli anni, Steve, che era stato messo al corrente dell'adozione dai genitori, non poteva smettere di pensare alla sua mamma e all'età di diciotto anni ha iniziato a cercarla in maniera attiva. Mai avrebbe immaginato di trovarla ma, soprattutto, di trovarla nel modo più inaspettato che si possa immaginare...

Steve cercò la madre con il supporto dei genitori adottivi per più di 3 anni ma le ricerche si rivelarono vane.

immagine: Wood TV 8

Un giorno Steve scoprì che il motivo per il quale nessun motore di ricerca dava qualche risultato era perché il cognome era sbagliato.

immagine: Wood TV 8

Quando l'agenzia per le adozioni gli fornì il nome corretto, Steve trovò subito un indirizzo di riferimento e, con sua grande sorpresa, lo riconduceva nella località dove il ragazzo lavora.

Advertisement

Una volta giunto sul posto di lavoro (una grande catena di distribuzione specializzata in materiali edili), Steve pensò bene di chiedere in giro se conoscevano una certa Christine Tallady e...

immagine: seattletimes.com

Gli risposero che non solo la conoscevano ma che lavorava lì! Incredibilmente, la persona che Steve cercava da tanto tempo era a pochi passi da lui! Per ben otto mesi, Steve e Christine hanno lavorato nello stesso posto senza avere la minima idea di chi fosse l'altro. 
Steve, per quanto felice di aver ritrovato la madre, non poteva accettare di avvicinarla sul posto di lavoro e dirle: "Ciao, sono tuo figlio". Si è così rivolto nuovamente all'agenzia delle adozioni che ha chiamato Christine per darle la notizia e organizzare un incontro. Col tempo è venuto fuori che i due abitavano a poche miglia di distanza l'uno dall'altro e che si erano anche diplomati nella stessa scuola. 
Ora Steve e Christine hanno iniziato a costruire il loro rapporto con l'incoraggiamento delle loro famiglie.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie