La Norvegia è la prima nazione a spegnere la frequenza FM nazionale: addio amatissima radio! - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
La Norvegia è la prima nazione a spegnere…
I limoni che aiutano nella diagnosi del cancro al seno: osservarli attentamente può salvarti la vita Fu un genio al pari di Einstein ma di sicuro non ne hai mai sentito parlare: ecco chi era Emmy Noether

La Norvegia è la prima nazione a spegnere la frequenza FM nazionale: addio amatissima radio!

20 Gennaio 2017 • di Claudia Melucci
5.876
Advertisement

La radio ha subito negli anni incredibili trasformazioni: da mezzo di comunicazione tra nazioni è divenuta veicolo fondamentale di diffusione musicale. Chi ascolta la radio è profondamente affezionato al mezzo radiofonico, e chi ne ha fatto un'abitudine la considera di compagnia. Ha resistito all'irruenza della televisione ed anche all'introduzione di tecnologie digitali. Ma per quanto ancora lo farà?

Il provvedimento adottato dal governo norvegese non porta buone notizie per gli amanti della radio: la Norvegia è stata la prima nazione a spegnere la frequenza radiofonica FM per far posto a quella digitale.

Lo spegnimento del segnale radio analogico nazionale è stato effettuato l'11 Gennaio 2017 alle ore 11.

La Norvegia è la prima nazione ad abolire il canale FM, per passare esclusivamente alla trasmissione digitale dei programmi radio. Le motivazioni sono legate alla conformazione territoriale del paese ed al costo di mantenimento degli impianti.

La Norvegia dal punto geografico è un territorio molto vasto e variegato: a territori pianeggianti si alternano cime che superano i 2000 metri. La trasmissione del segnale radio risulta molto ostacolata dai dislivelli sparsi nella nazione. Un altro dato è la densità di popolazione, la più bassa di tutta l'Europa: ad esclusione di alcune città più grandi, il resto degli agglomerati cittadini norvegesi consistono i piccoli villaggi che molto spesso vivono isolati tra loro. Il segnale radio da loro ricevuto è di pessima qualità

Secondo il Ministro dei beni culturali, il costo per mantenere il segnale analogico in tutto il paese è troppo alto. 

Il segnale digitale offrirà a tutti gli abitanti una ricezione del suono perfetta, e una più ampia gamma di canali disponibili.

immagine: hy.wikipedia.org

La popolazione norvegese non ha visto di buon occhio lo spegnimento della radio nazionale: c'è timore per la trasmissione dei segnali di emergenza e inoltre molti cittadini non sono ancora dotati di ricevitori digitali, che attualmente possono essere acquistati ad un costo elevato (circa 200 €).

La scelta adottata dal governo norvegese può essere considerata frettolosa o meno, in ogni caso ci dà un'idea di quanto il mondo stia passando a tecnologie avanzate, mandando in soffitta anche la vecchia e cara radio FM.

Addio manopole ruotate con precisione millimetrica per ascoltare la stazione preferita, presto ci sarà solo da cliccare sul nome del canale prescelto!  

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie