Dopo 26 anni incontra l'uomo che le ha sparato sul volto: ecco una storia dal finale inaspettato - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Dopo 26 anni incontra l'uomo che le…
Sorveglia un ponte da 13 anni: conosciamo l'uomo che ha salvato più di 300 vite fino ad oggi In Svezia il riciclo è così efficiente che... hanno FINITO i rifiuti!

Dopo 26 anni incontra l'uomo che le ha sparato sul volto: ecco una storia dal finale inaspettato

14.069
Advertisement

Spesso le azioni incoscienti dell'adolescenza cambiano per sempre la vita propria e quella degli altri. La storia che vi stiamo per far conoscere ha un inizio simile a molti altri episodi ma un epilogo singolare, che ci spinge inevitabilmente a riflettere.

Si deve tornare indietro nel 1990 per raccontarla, quando Ian Manuel esplose un colpo di pistola a pochi centimetri di distanza dal volto di Debbie Baigrie...

via: today.com

Ian Manuel viveva in uno dei quartieri più malfamati di Tampa, in Florida. La sera del tragico episodio era in compagnia di un suo coetaneo e di una pistola rubata.

Decise di avvicinare una giovane donna di nome Debbie, da poco madre di due figli. Era insieme a degli amici, la prima uscita dopo il parto. 

Quasi senza un motivo Ian rivolse la pistola verso il suo volto, ed esplose un colpo che rischiò di ucciderla. 

Catturato dalla polizia dopo una breve fuga, Ian ammise la sua colpa.

L'esito del processo fu drammatico: il giudice decise di infliggere al giovane una "pena esemplare" condannandolo all'ergastolo in un carcere di adulti. 

A distanza di due anni dall'accaduto, Debbie ricevette una telefonata da quell'uomo che tentò di ucciderla senza motivo. Ian disse: "Mrs. Baigrie, sono Ian. Le volevo solo dire di essere mortificato per averle sparato e le volevo augurare a lei e a tutta la sua famiglia un Buon Natale". 

Il cuore di Debbie, batteva all'impazzata.

"Ero agitata perché il ricordo di quella serata era ancora vivo. Ma lui mi chiamò per scusarsi. Lo trovai un gesto singolare, unico soprattutto per un giovane della sua età". 

Da quel giorno tra i due iniziò uno scambio di lettere che alla fine si risolse in un'amicizia. La donna era stupita dell'intelligenza di quel giovane, considerando il fatto di non aver mai frequentato regolarmente una scuola". 

Advertisement

L'intervento di un giudice rese Ian di nuovo libero per buona condotta, dopo 26 anni di carcere. Al suo rilascio Debbie e Ian si sono incontrati a pochi isolati dal luogo in cui lui le ha sparato.

I due si sono salutati con un lungo abbraccio che ha sostituto inutili parole. 

Ian e Debbie si sono poi presi una pizza, per poter parlare finalmente guardandosi negli occhi, per chiarire gli errori del passato e discutere dei piani per il futuro.

"Ho fatto una cosa che desideravo da anni: baciarla proprio nel punto in cui il proiettile l'ha colpita", ha affermato Ian: questo è stato il suo modo di chiederle scusa.

Ora Ian sta facendo di tutto per cancellare il suo passato nel carcere e iniziare una nuova vita. Dopo tutti questi anni integrarsi nella società è molto difficile ma Debbie gli sta offrendo tutto l'aiuto possibile. 

Quello di Debbie è stato sicuramente un gesto coraggioso e rischioso. Una donna dalla capacità di perdono che non tutti abbiamo, non trovate? 

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie