Immerge un abito nel Mar Morto per 2 anni. Il risultato? Un'opera d'arte! - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Immerge un abito nel Mar Morto per 2…
Il caffè più costoso al mondo? Non immagineresti mai come viene prodotto... Misteriose incisioni sugli scogli finlandesi: ecco le firme che hanno lasciato i marinai medioevali

Immerge un abito nel Mar Morto per 2 anni. Il risultato? Un'opera d'arte!

148.644
Advertisement

Per il suo ultimo progetto l'artista israeliana Sigalit Landau ha deciso di tentare un esperimento tanto particolare quanto bizzarro sia a dirsi che a farsi! Nelle acque del Mar Morto Sigalit ha immerso nientepopodimeno che... un semplice ed elegante vestito nero.

L'abito è stato posto nelle acque ricche di sale nel 2014, quindi per due anni è stato lasciato a strettissimo contatto con l'ambiente marino, per poi riemergere recentemente e mostrarsi al mondo. Ma da dove ha preso l'idea Sigalit e qual è stato il risultato dell'esperimento? Non crederete ai vostri occhi nel vederlo...

Il progetto consiste in una serie di foto che hanno come soggetto quella che è stata ribattezzata la "Salt Bride".

Sagalit si è ispirata al dramma Dybbuk del 1916 ad opera di S. Ansky.

Advertisement

Il dramma è incentrato su una donna Hasidic posseduta dallo spirito dell'amante deceduto...

... e così l'abito vuole essere una riproduzione di quello presente nella produzione drammatica degli Anni'20.

Sigalit ha controllato lo stato dell'abito diverse volte nei 2 anni, questo per monitorare la cristallizzazione salina.

Advertisement

Poi è giunto il momento di farlo riemergere: da nero quale era, il sale lo ha letteralmente ricoperto di bianco.

E se volete osservare più da vicino le incredibili foto, potete recarvi al Marlborough Contemporary di Londra, in mostra fino al 3 settembre.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie