A 15 anni si reca in una banca del seme : 23 anni dopo, quel gesto gli cambierà la vita - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
A 15 anni si reca in una banca del seme…
Ecco la storia dell'uomo che ha rivoluzionato l'ascia dopo un milione di anni 15 adorabili gatti che preferiscono stare in piedi su due zampe

A 15 anni si reca in una banca del seme : 23 anni dopo, quel gesto gli cambierà la vita

26.580
Advertisement

La donazione del seme è un gesto compiuto per lo più  da adulti, per dare una possibilità a chi non può, di avere dei figli. Ma esiste una storia, avvenuta nella lontana Australia, precisamente a Melbourne, che ha dell'incredibile. Vedere entrare in una clinica di trattamenti di fertilità un bambino di quindici anni accompagnato dalla madre che intende far congelare lo sperma del figlio può sembrare assurdo.

Il motivo per cui prese questa decisione era concreto e necessario, e nonostante il gesto potesse essere molto imbarazzante, il ragazzino ascoltò il consiglio della madre. 

Nessuno si aspettava che lo sperma donato dal bambino potesse compiere, 23 anni dopo, un miracolo della vita. Mai come in questo caso si può affermare che le mamme hanno sempre ragione...

Alex Powell nacque a Melbourne, in Australia, sotto le cure e l'affetto della madre adottiva, Patricia. Era una ragazzino spensierato, fino a quando non gli venne diagnosticato il cancro a 15 anni.

I dottori consigliarono ad Alex di sottoporsi subito alla chemioterapia.

Prima della diagnosi, Patricia incontrò una madre il cui figlio anche era affetto da un cancro, e parlando con lei ebbe modo di conoscere gli effetti collaterali meno noti della chemioterapia, come l'infertilità

Pensando al futuro del figlio malato, gli consigliò di donare e congelare il suo sperma nel caso in cui avesse avuto un giorno il desiderio di avere dei bambini. Sia per Patricia che per Alex fu un momento alquanto imbarazzante, ma il figlio si fidò della madre. 

Con il passare degli anni,  impegnato a combattere giorno dopo giorno la malattia, Alex si dimenticò completamente del giorno della donazione. 

Advertisement

Sconfitto il cancro, Alex incontrò la donna della sua vita, Vi, e si sposarono nel 2013.

Il matrimonio convinse i due giovani sposi a mettere su una famiglia, così Alex si ricordò del gesto che fece 23 anni prima, consigliato dalla madre. Tuttavia le sue speranze che quello sperma donato così tanti anni prima possa ancora essere impiegato, erano molto poche

Dopo un trattamento di fertilità e utilizzando metà dello sperma congelato, Alex e Vi diedero alla luce Xavier, nato il 17 Giugno 2015.

Xavier detiene un record fin dal primo giorno di vita, essendo il bambino più anziano del mondo.

Se ci pensate bene in effetti, geneticamente questo bimbo appena nato ha già 23 anni. Il suo record è quello di essere stato concepito con il campione di sperma più vecchio mai utilizzato nei trattamenti di fertilizzazione in vitro. 

La Dottoressa Soto dell'Ospedale Pediatrico di Sidney, si impegna per far ricevere ai pazienti affetti da cancro una adeguata informazione su tutti gli aspetti collaterali della chemioterapia. Inoltre promuove una campagna di sensibilizzazione rivolta al governo, che faciliti l'accesso alle famiglie ai trattamenti di fertilità che si rivelano essere molto costosi.

Advertisement

La storia incredibile della famiglia Powell si conclude con un inaspettato e adorabile successo.

A soli quindici anni Alex non pensava minimamente che quel consiglio che lui reputava scomodo e imbarazzante si rivelasse in futuro l'unico modo per avere dei figli, senza il quale non avrebbe potuto coronare il suo sogno con Vi.

Guarda il Video:

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie