Questa modella ha deciso di combattere l'odio verso le persone sovrappeso

di Matteo Cicarelli

17 Aprile 2023

Questa modella ha deciso di combattere l'odio verso le persone sovrappeso
Advertisement

Nella contemporaneità con la diffusione dei social e, di conseguenza, delle immagini è diventato sempre più palese il passaggio da una società fondata sull'essere a una basata sull'apparire. L'aspetto esteriore è diventato uno dei punti fermi del mondo di oggi, ma proprio perché si è diffusa questa attenzione maniacale nei confronti dell'esteriorità, sono nate anche delle nuove tendenze che spingono gli individui a mostrarsi per come sono, senza avere paura dei pregiudizi.

È proprio quello che ha voluto fare la ragazza protagonista della vicenda, che ha deciso di combattere contro la  grassofobia e aspira a diventare Miss Universo. Vediamo meglio cosa è accaduto.

via Adelgazarencasa

Advertisement

Jessi Rodriguez è una modella curvy che ha deciso di lottare contro gli stereotipi della bellezza e abbracciare quella che ormai si può considerare una filosofia, ovvero il bodypositive. Questa corrente ha iniziato a diffondersi negli anni '70, quando sulle riviste cominciavano ad apparire modelle di una bellezza non "omologata". Un'ideologia che, con gli anni, ha preso sempre più piede fino arrivare nella contemporaneità ad avere una massima diffusione.

Jessi è consapevole che il suo corpo non è in linea con quelli che sono stati considerati gli standard di bellezza della società, ma per lei la libertà di mostrarsi come si è, va difesa, perché altrimenti si arriverebbe a vivere in un mondo pieno di persone identiche

Advertisement

La modella, per questo motivo, ha deciso di partecipare al casting di Miss Costa Rica per porre fine alla grassofobia, e dimostrare che la bellezza non dipende dalla taglia. Tramite i suoi social, infatti, ha voluto diffondere un messaggio di difendere la libertà di mostrare il proprio fisico senza aver paura di non essere all'altezza degli standard contemporanei. Il suo scopo non è solo quello di rappresentare ciò che considera bello, ma anche spronare le donne ad accettare quelle che considerano imperfezioni, sottolineando come un corpo possa essere rappresentato in modo affascinante, indipendentemente dalla sua forma o dimensione.

Jessi stessa ha sottolineato che si percepiva inadeguata, perché lontana dagli stereotipi di bellezza, ma poi un giorno stanca di sentirsi diversa ha deciso di accettare e di amare questa sua unicità e ha spinto anche le altre donne a sentirsi uniche. "Mi vedo potente, le mie gambe e le mie braccia sono forti, non c'è niente di sbagliato nella mia pancia, il mio valore non dipende dal mio aspetto".

Cosa ne pensi?

Advertisement