Proprietario di un pub si rifiuta di servire Coca-Cola a un cliente: "qui si beve solo birra"

di Matteo Cicarelli

01 Gennaio 2023

Proprietario di un pub si rifiuta di servire Coca-Cola a un cliente: "qui si beve solo birra"
Advertisement

I proprietari dei locali frequentati da numerose e svariate persone, probabilmente hanno vissuto ogni tipo di situazioni. Hanno affrontato tutte le tipologie di clienti, da quelli cordiali ai maleducati, ma nel loro ruolo è fondamentale mantenere sempre la calma e cercare, nel limite delle loro possibilità, di accontentare i commensali. Certo, spesso le richieste degli ospiti appaiono assurde e difficili da ottemperare.

Per questo in alcuni casi, può accadere che il proprietario del locale reagisca in modo eccessivo. Proprio come è successo in un pub irlandese, in cui il patron si è rifiutato di servire a un cliente un bicchiere di Coca-Cola. Capiamo meglio il motivo di questo rifiuto.

via Daily Star

Happy St. Patrick's Day to every body 🍀

Pubblicato da Bittles Bar su Martedì 17 marzo 2015

John Bittles è il proprietario del Bittles Bar un celebre pub di Belfast, in Irlanda, famoso principalmente per la birra che viene servita. Un giorno, un turista stanco per aver visitato l'intera città, era entrato nel locale per riposarsi, potersi riparare dal freddo e nel frattempo bere un bicchiere di Coca-Cola. Peccato, però, che il patron del Bittles non fosse dello stesso avviso visto che si è rifiutato di servire al cliente ciò che aveva chiesto, rispondendo che in quel locale si beve solo birra.

"Questo ragazzo è entrato e ha ordinato una Coca-Cola - ha tentato di giustificarsi durante un'intervista John -, non ci possiamo permettere di vendere prodotti che non siano birre. Stiamo vendendo circa 700 pinte di Guinness al giorno e abbiamo solo pochi tavoli, quindi qualcuno seduto con un'altro tipo di bevanda, secondo me non è l'ideale".

Advertisement

Il proprietario del locale non è nuovo a questi comportamenti tanto che già aveva deciso di vietare la vendita di mezze pinte di birra. "Siamo un piccolo locale del centro città, per noi spillare la Guinness è una vera e propria arte. Ogni giorno vendiamo centinaia di pinte, non c'è spazio neanche per le mezze pinte. So che la gente ha buone intenzioni, ma abbiamo solo dieci tavoli qui e li vorrei riservare a coloro che veramente apprezzano i nostri prodotti".

Quello di John è un atteggiamento intransigente, forse il suo è semplicemente un modo per difendere mostrare l'amore per il suo lavoro.

La reazione del proprietario è stata esagerata? Come ti saresti comportato se fossi stato il cliente?

Advertisement