x
C'è una relazione tra la pulizia della…
Questo nuotatore stava per essere attaccato da uno squalo, ma i delfini lo hanno protetto La natura che blocca il progresso: treni cancellati a causa di una tartaruga gigante sui binari

C'è una relazione tra la pulizia della casa e il benessere fisico e mentale: lo rivela uno studio

13 Agosto 2022 • di Matteo Cicarelli
2.109
Advertisement

Fare le pulizie in casa, il più delle volte, viene considerato un compito faticoso. Molto spesso, infatti, quando siamo stanchi o abbiamo poco tempo è la prima cosa che scegliamo di rinviare. Alcune persone, però, amano prendersi cura della propria abitazione. Questi individui sentono, proprio, la necessità di mantenere la casa in ordine e ben organizzata. Ogni settimana dedicano, almeno un giorno, alla pulizia totale: eliminare la polvere in ogni angolo, spolverare ogni scaffale, cambiare le lenzuola e fare il bucato. Molti altri, invece, affermano che non li disturba vivere nel disordine e questo non influisce minimamente sul loro benessere fisico o mentale. 

Uno studio ha rivelato che, al contrario, mantenere la propria casa pulita e ordinata incide positivamente sull'equilibrio mentale e favorisce il benessere fisico. Coloro che seguono questo modello di vita, di solito, scontano i propri momenti di stanchezza nella pulizia, perché ritengono sia un ottimo modo per scaricare la tensione.

via: pubmed

La psicologa Marilene Kehdi ha, infatti, affermato che vivere in un ambiente disordinato non fa altro che aumentare i livelli di spossatezza. La casa, in questo modo, è piena di stimoli negativi e di cose da fare. Tutto ciò non agevola le persone, già di per sé, caotiche che potrebbero sentirsi sotto pressione, fino ad accusare, anche, problemi fisici. Infatti, osservare una casa ordinata produce sensazioni positive. Al contrario, il disordine toglie tutti i punti di riferimento tanto da generare stanchezza. 

Le affermazioni della psicologa sono state confermate, anche da uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Personality and Social Psychology Bulletin. La ricerca ha evidenziato che le donne che vedevano la propria casa "piena di progetti incompiuti" avevano più probabilità di sentirsi esauste rispetto a coloro che, invece, identificavano la propria abitazione come "un luogo di restauro".

Una casa ordinata e ben organizzata, quindi, influisce positivamente sull'umore. Il disordine, invece, contribuisce negativamente sulle attività quotidiane, rendendo più difficile concentrarsi e, di conseguenza, svolgere i propri compiti in modo efficiente. Forse, da adesso in poi, molte più persone si prodigheranno per vivere in un ambiente pulito e ordinato.

Questo studio ti ha spinto a sistemare più spesso la tua casa?

Tags: ScienzaUtiliCase
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie