x
Perché si spengono le candeline sulla…
L'azienda nega il lavoro da casa ai dipendenti: quasi tutti presentano le dimissioni Arriva l'app per guardare film che traccia i tuoi occhi: se distogli lo sguardo la pubblicità si ferma

Perché si spengono le candeline sulla torta? Le origini della tradizione legata al giorno del compleanno

16 Febbraio 2022 • di Francesca Argentati
2.791
Advertisement

Il compleanno è un giorno speciale, in cui si ricevono auguri, sorprese e regali che celebrano il tempo trascorso dalla nascita. Non tutti i festeggiati ne sono entusiasti e alcuni detestano il giorno del proprio compleanno, altri invece lo attendono con emozione e grande aspettativa. Alcuni organizzano un party con gli amici, altri preferiscono far passare la giornata in sordina, altri ancora scelgono di circondarsi di poche e intime persone care.

Una cosa comune a tutti però è il piacere innegabile di sedersi davanti a una torta con su scritto “tanti auguri” e spegnere le famose candeline.

Vi siete mai chiesti come è nata questa tradizione? Perché è usanza soffiare sulle piccole fiamme, in genere di numero pari a quello degli anni che si compiono?

via: Cake buzz

immagine: Pixabay

Questa abitudine ha origini molto lontane: risale infatti all’antica Grecia, dove le candele venivano bruciate come offerta agli dei. In onore del compleanno di Artemide, la dea della luna, realizzavano delle torte rotonde ispirandosi alla forma del satellite e sopra posizionavano delle candele accese per imitarne la luce.

Gli studiosi hanno ipotizzato che, nelle tradizioni pagane, il fumo delle candele aiutasse i desideri a salire verso l’alto, raggiungendo i cieli e gli dei, scacciando al contempo presenze malevole.

immagine: Pxhere

Stessa tradizione nacque in Germania, dove una grande candela sopra una torta indicava la luce della vita. Ebbe origine nel diciottesimo secolo, in occasione delle feste di compleanno dedicate ai bambini, il Kinderfest. I piccoli tedeschi erano condotti in una sorta di auditorium, dove potevano divertirsi e far festa sotto la supervisione degli adulti. Non si ricevevano doni, ma soltanto auguri e dolci. Successivamente, venne introdotta l’usanza di regalare fiori ai festeggiati.

Ancora oggi è nostra abitudine esprimere un desiderio prima di soffiare sulle candeline, che secondo la credenza si avvererà nel caso in cui tutte le piccole fiamme si spengano al primo colpo.

Advertisement
immagine: Pixabay

Nel secolo successivo, precisamente nel 1881, anche in Svizzera sono state individuate tracce legate a questa tradizione: un giornale locale espose le varie superstizioni dell’epoca, una delle quali riguardava appunto una torta di compleanno con sopra diverse candeline, che il festeggiato aveva l’onore di spegnere.

Un’usanza dunque molto antica che ancora oggi non abbiamo abbandonato. In fin dei conti, affidare un segreto desiderio a delle luminose candeline condisce il giorno del compleanno di magica poesia e chissà: riuscendo a spegnerle tutte con un solo soffio, potrebbe anche avverarsi!

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie