Il cervello dei nostri cani riesce a capire cosa stiamo dicendo e come lo stiamo dicendo: lo studio - Curioctopus.it
x
Il cervello dei nostri cani riesce a…
Dà alla suocera una chiave falsa di casa:

Il cervello dei nostri cani riesce a capire cosa stiamo dicendo e come lo stiamo dicendo: lo studio

03 Gennaio 2022 • di Marcello Becca
11.258
Advertisement

Chiunque abbia un cane lo sa già, ma anche gli scienziati ora lo possono confermare: questi animali utilizzano i nostri stessi meccanismi cerebrali per comunicare. Dopo una serie di elaborati esperimenti e di sofisticate analisi, i ricercatori hanno verificato che i cani possono capire sia il significato di molte parole complesse, sia valutare l’intonazione con cui vengono pronunciate.

A dire la verità, chi ama il suo cane sa bene che questi esseri sono in grado di capirci anche solo ascoltando le nostre emozioni!

via: Science
immagine: Pixabay

Il miglior amico dell’uomo non finisce mai di sorprenderci. Un nuovo studio indica che i cani sono in realtà molto più capaci di quanto molti pensino di capire le singole parole e di leggere tra le righe dei nostri discorsi. Descrivendo le loro scoperte, i ricercatori rivelano come i cani usino gli stessi meccanismi cerebrali degli umani per elaborare sia le parole, sia l'intonazione; in questo modo sono in grado di cogliere il senso di qualsiasi nostro discorso valutando anche i significati più complessi (anche se i migliori risultati li hanno ottenuti nell'imparare termini legati al cibo).

Per indagare i processi neurali dietro queste competenze linguistiche, gli autori dello studio hanno addestrato tredici cani a stare fermi in uno scanner di risonanza magnetica funzionale (fMRI), mentre ascoltavano le voci dei loro proprietari.



immagine: Pixabay

Durante questi esperimenti, i cani hanno sentito "parole di lode" pronunciate in "intonazione di lode", così come queste stesse parole dette con un’intonazione neutra. Hanno poi sentito parole neutre in entrambe le intonazioni (lode e neutra). Nello stesso momento i ricercatori cercavano di determinare quali aree cerebrali si erano attivate stimolate dal vocabolario e dall'inflessione della voce.

Come si è scoperto, l'emisfero sinistro del cervello dei cani sembra essere coinvolto nel discernere i significati delle parole, indipendentemente dalla loro intonazione, e quindi aiuta a distinguere tra parole di lode e termini neutri. Nel frattempo, un'area dell'emisfero destro chiamata in gergo tecnico “ectosilviano medio destro” rispondeva solo all'intonazione e non al significato delle parole. Sorprendentemente, gli stessi processi erano stati precedentemente identificati nel cervello umano.

Advertisement
immagine: Pixabay

In una dichiarazione, il co-autore dello studio Attila Andics ha spiegato che questo rivela come il cervello canino "non solo analizza separatamente ciò che diciamo e come lo diciamo, ma integra anche i due tipi di informazioni, per arrivare a un significato unificato".

Da oggi in poi, quindi, state attenti a cosa dite al vostro amico quadrupede!

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie