Francese o spagnola? Entrambe: quest'isola è l'unica al mondo che cambia governo ogni 6 mesi - Curioctopus.it
x
Francese o spagnola? Entrambe: quest'isola…
Questo fotografo fa amicizia con tutti gli animali che incontra e scatta con loro adorabili selfie

Francese o spagnola? Entrambe: quest'isola è l'unica al mondo che cambia governo ogni 6 mesi

14 Agosto 2021 • di Lorenzo Mattia Nespoli
1.665
Advertisement

Ognuno di noi, quando sceglie di vivere in un determinato luogo, dovrebbe essere perfettamente consapevole di dove si trova, in quale parte del mondo e di quale comunità fa parte. Sembra del tutto scontato ma non è sempre così. Ovunque, infatti, esistono confini che delimitano stati, regioni e città, ma vi siete mai chiesti cosa succederebbe se quelle linee di demarcazione tagliassero a metà un territorio difficile da dividere, come ad esempio un'isola?

Una risposta a questo interrogativo potrebbe darcela il singolare isolotto di cui stiamo per parlarvi, un piccolo tratto di terra emersa che si trova tra Spagna e Francia, nel senso letterale del termine. Sarebbe infatti corretto dire che non è né francese né spagnolo, ma di entrambe le nazioni. Il motivo? Ogni 6 mesi cambia giurisdizione, seguendo un accordo che affonda le radici in una vicenda di moltissimi anni fa.

via: BBC

Sarebbe scorretto, oggi come oggi, parlare dell'Isola dei Fagiani come di un territorio conteso tra Francia e Spagna anche se, in effetti, le sue caratteristiche politiche potrebbero far pensare proprio a questo. Ogni sei mesi, infatti, la Francia consegna alla Spagna circa 6.800 metri quadrati del suo territorio nazionale e, dopo lo stesso periodo di tempo, la Spagna fa altrettanto. Nessun conflitto, nessun problema diplomatico tra i due Stati: solo un accordo che, da secoli, li obbliga a fare questo "passaggio di proprietà" e giurisdizione. Ma facciamo un passo indietro.

La piccolissima Isola dei Fagiani, una terra boscosa che si trova nel bel mezzo del fiume Bidasoa, a circa 6 km dal suo sbocco nell'Oceano Atlantico, a prima vista potrebbe sembrare un isolotto senza troppa importanza. Invece fu proprio qui che, nel 1659, i sovrani "vicini" di Francia e Spagna si riunirono per firmare il Trattato dei Pirenei, ossia l'atto conclusivo della Guerra dei Trent'anni.

Advertisement

Fu proprio in quell'occasione che si decise che il confine naturale tra le due nazioni sarebbe stato proprio il fiume. Come spesso avviene in casi come questo, la linea immaginaria viene tracciata proprio a metà del corso d'acqua. Peccato che, in quel punto del Bidasoa, sia venuta a trovarsi proprio la famigerata Isola dei Fagiani. Che fare, allora? Avranno pensato i sovrani. Semplice: condividerla.

immagine: Google Maps

E così è stato: durante lo storico accordo di pace - che ancora oggi l'isoletta ricorda con un monumento - si deliberò che il piccolo territorio fosse trasformato in un condominio, ossia una terra in cui il dominio fosse spartito equamente tra le nazioni coinvolte. Dal 1 febbraio al 31 luglio, l'Isola dei Fagiani è dunque spagnola; per il semestre successivo diventa francese, in una curiosa alternanza che va avanti da oltre 360 anni.

Oggi, il sindaco francese di Hendaye e quello spagnolo di Irun si occupano di gestirla a turno e, anche se potrebbe quasi passare inosservata, quest'isola lunga 200 metri e larga 40 riveste un'importanza storica inaspettata. Sebbene l'Isola dei Fagiani non sia l'unico caso al mondo di territorio in condominio - si pensi al Continente dell'Antartide - di certo è il più antico al mondo a essere gestito così, oltre che il solo di tipo insulare e a essere governato in modo alternato e non simultaneo.

Advertisement

Certo: non è sempre una situazione semplice, e negli anni non sono mancati i contrasti e i problemi. Tuttavia, ormai è una vera e propria peculiarità del posto, rispettata e onorata da tempo. Conoscevate la storia di questa piccola isola?

Tags: ViaggiCuriosiStorie
Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie