Un papà single adotta un bambino orfano: oggi è un campione olimpionico - Curioctopus.it
x
Un papà single adotta un bambino orfano:…
Era un operaio, oggi è un imprenditore che ha reso milionari 74 dipendenti della sua azienda Un team di fisici e ingegneri giapponesi riesce a far levitare gli oggetti con il suono

Un papà single adotta un bambino orfano: oggi è un campione olimpionico

02 Agosto 2021 • di Marcello Becca
3.755
Advertisement

Si chiama Jordan Windle, ha 21 anni ed è oggi uno degli atleti di spicco della squadra di tuffi degli Stati Uniti. La sua storia, però, ha commosso e conquistato il cuore degli internauti. Jordan, infatti, è stato adottato quando aveva 18 mesi da un padre single omosessuale - Jerry - che lo ha cresciuto da solo e lo ha sostenuto per tutta la sua carriera sportiva.

Un evento eccezionale ancora oggi, ma assolutamente unico per la fine degli anni ‘90. Certo papà Jerry non ha avuto vita facile, ma durante queste Olimpiadi è diventato il simbolo di una società che può cambiare.

via: today.com

Quando l'amore dei genitori supera ogni avversità

Se pensate che oggi che le adozioni internazionali sono solo poco più di 5000 in tutti gli Stati Uniti, è facile comprendere come la storia di Jerry Windle e suo figlio Jordan sia straordinaria. Jerry, un giovane omosessuale, è riuscito ad adottare il piccolo Jordan di origine coreana. Il neonato -  di soli 18 mesi - era rimasto orfano di entrambi i genitori, deceduti in un incidente stradale.

Pur essendo un single, Jerry è riuscito a curare da solo suo figlio adottivo che - all’epoca - non godeva affatto di buona salute. Lo ha seguito con grande attenzione negli studi e poi ha scoperto la sua passione per il nuoto e i tuffi

Quando l’ho visto nell’acqua” ha detto Jerry “ho capito che quella era la sua dimensione primaria. Il bambino già da molto presto si trovava perfettamente a suo agio in piscina e adorava i salti da qualsiasi altezza. Volevo solo che fosse sano e felice: nel mondo dello sport Jordan ha trovato il suo equilibrio.

Una passione faticosa da coltivare, ma che ha portato Jordan a risultati sempre più convincenti. La sua carriera sportiva è stata in discesa ed è stata di grande soddisfazione per entrambi.

Advertisement

Un papà eccezionale per un ragazzo eccezionale

Una storia di grande amore e successo, che il signor Windle ha raccontato nel 2011 in un libro intitolato “An orphan no more: the story of a boy.” Un racconto che non vuole essere una vicenda straordinaria ma, al contrario, la narrazione di una vita che può essere quella di tutti quando l’amore e l’altruismo sostituiscono egoismo e materialismo.

Purtroppo, però, papà Jerry non potrà seguire suo figlio dagli spalti date le rigide restrizioni dovute alla pandemia. Potrà vedere la prestazione del suo ragazzo solo in televisione come tutti noi.

Non sarà la stessa cosa.” ha dichiarato Jordan “A volte mi sembra di sentire la presenza di mio padre sugli spalti e il suo supporto è per me parte determinante delle mie gare. Però posso sentire tutto il suo affetto e il suo cuore nonostante la distanza fisica che ci divide.”

Insomma, è proprio grazie all'amore incondizionato di questo papà che Jordan ha potuto raggiungere un tale risultato. 

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie