Un bimbo prodigio: a soli 11 anni si è laureato in fisica, con lode - Curioctopus.it
x
Un bimbo prodigio: a soli 11 anni si…
Auto blocca la pista ciclabile: una ragazza si vendica e sale sul tetto con la bici Babbo Natale nella morsa del caldo: temperature record in Lapponia, sfiorati i 34°C

Un bimbo prodigio: a soli 11 anni si è laureato in fisica, con lode

07 Luglio 2021 • di Irene Grazia Paladino
2.249
Advertisement

Esistono bimbi prodigio che, nonostante la loro giovanissima età, hanno un’intelligenza e delle capacità al di sopra della media. Laurent Simons è uno di questi bimbi: originario del Belgio, il suo quoziente intellettivo è di 145. La maggior parte degli studenti impiegano anni per raggiungere il faticoso traguardo, ma per Laurent il traguardo della laurea sembra essere stato subito a portata di mano: in solo un anno ha completato gli studi triennali in fisica e si è laureato con il massimo dei voti e ora molte università si battono affinché il giovanissimo ragazzo possa svolgere dei progetti di ricerca.

via: ansa
immagine: CCTV Facebook

Laurent è originario di Ostenda, una piccola cittadina belga, e già fin da piccolo aveva dato dimostrazione delle sue grandi capacità, completando il suo percorso di studi liceali a soli 8 anni. Avrebbe potuto laurearsi a 10 anni, ma la sua precedente università di tecnologia di Eindhoven si è rifiutata di farlo laureare così giovane. Così, con l’appoggio dei genitori, ha abbandonato l’istituto e si è iscritto all’università di Anversa, frequentando corsi di fisica: a 11 anni è il più giovane laureato al mondo. Ma non è tutto: il ragazzo ha partecipato ad alcuni progetti di ricerca e ad un master post universitario, che ha frequentato mentre studiava fisica all’università.

Ma quali sono i sogni di questo bimbo prodigio? A soli sette anni voleva riparare gli organi con la nanotecnologia. Ora, dopo aver conseguito la laurea, vuole conseguire in breve tempo la laurea magistrale e procedere poi con il dottorato. Il suo sogno è quello di prolungare la vita degli esseri umani, sostituendo tutte le parti del corpo con organi artificiali che mantengono comunque un collegamento con il cervello. Un progetto sicuramente ambizioso, ma nessuno ha dei dubbi sulle capacità di questo giovane ragazzo: la sua famiglia lo ha sempre supportato e motivato a dare il massimo, perché l’età – soprattutto in questi casi – non può essere un limite.

Advertisement

Ma ogni traguardo, seppur lontano, si raggiunge passo dopo passo. Il prossimo obiettivo, per Laurent, è quello di completare gli studi universitari ad Anversa, conseguendo la laurea magistrale. Qui seguirà un “programma speciale”, creato su misura per lui e organizzato in collaborazione con altre università.

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie