Galles: multa di 100 sterline per i genitori che fumano nei parchi o fuori dalle scuole - Curioctopus.it
x
Galles: multa di 100 sterline per i…
Niente Facebook, Instagram o Tinder: queste foto ci mostrano 16 esempi di divertimento Scoperta in uno zoo una nuova specie di ragno velenoso simile alla tarantola: è tra le più longeve

Galles: multa di 100 sterline per i genitori che fumano nei parchi o fuori dalle scuole

27 Aprile 2021 • di Lorenzo Mattia Nespoli
767
Advertisement

"Denormalizzare il fumo": questo è l'intento che sta alla base dei provvedimenti che il Galles ha messo in pratica in diversi ambienti frequentati dai bambini. Non basta trovarsi in uno spazio aperto per non nuocere a chi si trova intorno con il proprio fumo: da marzo 2021, nel Paese occidentale del Regno Unito, chi si accende una sigaretta davanti al cancello di una scuola o in un parco giochi pubblico è sanzionato con una multa di 100 sterline.

Per molti, fumare in situazioni come quelle descritte sopra è un modo per ingannare l'attesa, che rischia ora di trasformarsi in un vero e proprio atto fuori legge, punito con sanzioni che di certo non sono leggere o simboliche. Una stretta, quella del Galles, volta a ridurre l'impatto del fumo passivo e a scoraggiare i più giovani a fumare. Non sono mancate, tuttavia, le polemiche. In molti, infatti, si sono chiesti se questi provvedimenti non siano troppo limitanti.

"Siamo consapevoli dei danni che il fumo può arrecare alla salute e stiamo introducendo queste nuove regole a beneficio delle generazioni future" ha commentato la baronessa Eluned Morgan, rappresentante del governo gallese. E i divieti non sono scattati soltanto per le aree antistanti alle scuole o per i parchi giochi pubblici. Il fumo, in Galles, è proibito e multato anche negli spazi esterni degli ospedali.

Nel caso delle scuole, non importa se a fumare mentre si attende l'uscita del bimbo sia un papà, una mamma, un nonno, una nonna o un baby-sitter: il divieto è totale e per tutti, e infrangerlo significa dover sborsare l'equivalente di circa 115 euro.

Advertisement

"Siamo orgogliosi di essere la prima parte del Regno Unito a mettere al bando il fumo in queste aree, stiamo aprendo la strada", ha proseguito ancora la Morgan, motivando le scelte compiute dal governo locale.

immagine: Hippopx

L'obiettivo dichiarato è dunque quello di scoraggiare sempre più adulti a fumare in presenza dei minori, con un effetto che dovrebbe estendersi anche ai più piccoli, i quali, in assenza di esempi nocivi, potrebbero desistere dalla voglia di iniziare. Come spesso accade in casi di leggi come questa, tuttavia, non sono mancate le voci critiche, provenienti anche da chi non fuma. Sono diverse, infatti, le persone che sostengono che non si possano imporre tali divieti e sanzioni in luoghi pubblici e all'aperto. C'è anche chi ha sollevato dubbi sull'effettiva capacità di controllare, e chi è convinto che queste misure sposteranno altrove il problema, senza risolverlo a monte.

Insomma: una stretta piuttosto dura, che non sarà certo un caso isolato. Voi che ne pensate? Si tratta di una misura adeguata e doverosa?

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie