Costruisce una macchina per permettere al suo gatto di andare a caccia del cibo - Curioctopus.it
x
Costruisce una macchina per permettere…
Avete bisogno di una pausa dal caos che ci circonda? Queste 16 foto Pensare fuori dagli schemi: 15 oggetti che possono rivelarsi molto utili se usati diversamente

Costruisce una macchina per permettere al suo gatto di andare a caccia del cibo

04 Aprile 2021 • di Irene Grazia Paladino
1.657
Advertisement

I gatti sono dei predatori e sono dotati di caratteristiche fisiche che li rendono dei cacciatori molto abili. Certo, facciamo fatica ad immaginare i gatti – specialmente quelli domestici – andare a caccia: siamo abituati a considerarli, e a trattarli, come animali da compagnia. Non devono procurarsi il cibo perché siamo noi a servirglielo su delle comode ciotoline. Ma i gatti sono predatori e, anche se talvolta che ne dimentichiamo, loro ce lo ricordano portandoci qualche “regalo”. Giocano con le palline nascoste in casa, rincorrono le lucertole in giardino e si arrampicano sugli alberi per disturbare gli uccellini. Ben Millam, consapevole della natura del suo animale domestico, ha costruito una struttura che permette al suo gatto di ritrovare il suo istinto da cacciatore.

immagine: Ben Millam/Youtube

A Ben non mancano di certo la creatività e l’ingegno: ha costruito un'incredibile macchina per permettere al suo gatto, di nome Scimmia, di andare a caccia del cibo. Lo ha addestrato a cercare palline di plastica nascoste in casa e a lanciarle in questa macchina. Ogni volta che Scimmia trova la palla, la porta alla macchina e la posiziona in una ciotola blu. Quando la macchina riconosce le palline attiva l'alimentatore, riempendo così una ciotola laterale di cibo.

immagine: Ben Millam/Youtube

Scimmia è stato sottoposto prima al “clicker training”, cioè un addestramento basato sul rinforzo positivo: ogni volta che il gatto compiva l’azione desiderata, riceveva poi una ricompensa. Prima che Scimmia potesse interiorizzare l’intero meccanismo e comprenderne la funzione ci sono voluti tempo e pazienza, ma Ben si ritiene soddisfatto nell’essere riuscito a portare a termine il suo “esperimento”.

Advertisement
immagine: Ben Millam/Youtube

Da dove nasce questa idea? Ben aveva affrontato una lettura sui motivi per cui i gatti esplorino sempre le stesse aree: lo fanno per esaminare il loro territorio ed è una forma di caccia. L’uomo si è così chiesto “e se il gatto, mentre è di pattuglia, trovasse la sua preda?”. Secondo Ben sarebbe potuta essere una ricompensa che avrebbe portato il gatto verso una vita più felice e realizzata, nonostante vivesse in casa. Invece di riempire la sua ciotola di croccantini, scatolette o altro cibo, Ben nasconde le palline in casa e il gatto va subito a caccia, pronto a procurarsi con le sue forze il pasto. Questo gli permette di essere attivo, di muoversi, di curiosare e di alimentare il suo spirito da cacciatore. Cosa ne pensi di questa invenzione e dell'idea che vi è dietro?

 

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie