Un drone porta il cibo a un pulcino di grifone per 4 mesi: era rimasto orfano e intrappolato - Curioctopus.it
x
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigarlo acconsenti al loro uso in conformità alla nostra privacy policy Ok
x
Un drone porta il cibo a un pulcino…
Un esercito di 10.000 anatre ripulisce una risaia dai parassiti: il metodo green che non prevede pesticidi Egitto, scoperti 27 sarcofagi mai aperti per 2500 anni: è uno dei ritrovamenti più importanti del suo genere

Un drone porta il cibo a un pulcino di grifone per 4 mesi: era rimasto orfano e intrappolato

21 Settembre 2020 • di Lorenzo Mattia Nespoli
3.930
Advertisement

Quando la tecnologia si mette al servizio della natura, dando una mano all'uomo nel preservare specie protette e nel salvare le vite di animali indifesi e innocenti, possiamo davvero parlare di modernità positiva.

Non sempre, infatti, le invenzioni all'ultimo grido sono lì per scopi tutto sommato futili o di difficile applicazione nella vita quotidiana e nei problemi reali: lo dimostra la singolare storia di salvataggio che stiamo per raccontarvi, che ha per protagonista un uccellino rimasto tristemente orfano e una "mamma" davvero particolare.

via: Israel21c

Stiamo parlando di un pulcino di avvoltoio grifone, un uccello rapace che appartiene alla famiglia degli Accippitridi che, in Israele, ha perso la mamma, tristemente deceduta mentre sorvolava alcuni cavi elettrici. Stando a quanto è stato riferito dagli esperti del posto, nello Stato mediorientale gli esemplari di questi volatili sono presenti in cifre piuttosto basse, ed è per questo che i ricercatori di Israel Raptor Nest Cam li tengono costantemente sott'occhio, registrando nascite e perdite.

Il piccolo, quando è nato, è stato accolto con grande entusiasmo dalla comunità ambientalista che si dedica proprio alla conservazione e alla salute dei volatili. Quando la madre è scomparsa e il padre non è stato in grado di prendersi cura di lui, il pulcino è rimasto intrappolato su una parete rocciosa costiera molto scoscesa, ovviamente incapace di muoversi dal nido con le proprie forze per procurarsi il cibo necessario alla sopravvivenza.

Sulle prime, consapevoli della triste vicenda e della brutta fine che avrebbe fatto il pulcino, i ricercatori hanno pensato di farlo salvare da un esperto in arrampicata, anche se l'operazione si sarebbe rivelata più complicata del previsto. Così, si sono rivolti alla società Xtent, una startup specializzata nella progettazione e nella realizzazione di droni ad alta tecnologia. Grazie a un sofisticato strumento volante, in grado di essere pilotato attraverso la realtà virtuale, il pulcino è stato alimentato per un lungo periodo di tempo con il cibo che veniva portato direttamente al suo nido "irraggiungibile" e senza che lui si spaventasse.

Advertisement

Il sistema ha funzionato. Il piccolo grifone ha ricevuto tutto il sostentamento di cui aveva bisogno dalla "mamma drone" per ben 136 giorni consecutivi, fino a quando non è stato in grado di spiccare il volo verso la sua futura vita nella natura. Una "missione" davvero nobile, che ha unito in modo efficace e commovente la tecnologia più avanzata alla necessità di proteggere la natura.

Guarda il Video:

Advertisement

Lascia il tuo commento!

Advertisement
Advertisement

Ti è piaciuta questa storia?

Clicca su "mi piace" e non perderti le migliori.

×

Già sono fan, grazie