Coronavirus, a Londra gruppi di cervi vagano per le strade rese vuote dall'isolamento forzato

di Simone Fabriziani

04 Aprile 2020

Coronavirus, a Londra gruppi di cervi vagano per le strade rese vuote dall'isolamento forzato
Advertisement

Quando gli esseri umani sono chiusi in casa e non affollano le strade delle città di tutto il mondo, gli animali si riprendono gli spazi che erano loro vagando per le vie deserte che l'uomo ha lasciato libere per rinchiudersi dentro le proprie case, in attesa che passi la quarantena. Se c'è qualcosa che questa pandemia sta cambiando sul Pianeta Terra, è il calo dei tassi di inquinamento e la vittoria temporanea di Madre Natura su tutto.

via Secret London

Advertisement

Ad esempio, negli ultimi tempi, anche la metropoli di Londra sta subendo delle "visite" inconsuete da parte di animali selvatici che prima vagavano da soli, e ora pericolosamente in gruppo e molto vicini alle abitazioni; nella zona est di Londra infatti, molti branchi di cervi stanno popolando le strade dei quartieri residenziali di Harold Hill, vicino Dagnam Park. 

In questo quartiere, non è infrequente infatti veder girovagare cervi nella tenuta di Dagman Park, ma mai in così tanti gruppi e mai così vicini alle case umane, come testimoniano le immagini postate dai residenti di Harold Hill:

Advertisement

Harold Hill in Romford, East London couple of days ago

Pubblicato da Philippe Edmond su Martedì 31 marzo 2020

Il Covid-19 è una pandemia gravissima, ma forse, da qualche parte nel mondo, Madre Natura sta ringraziando per la tregua datagli dagli esseri umani, impotenti davanti alla fauna che si fa strada sempre di più, dove prima non osava avventurarsi...

Advertisement